O.I.C. Lab: Laboratorio per etica consumeristica - 12 settembre 2014 - Prima parte

Etica e gestione del credito: due mondi conciliabili per il bene del consumatore? Se ne è parlato all'OIC Lab - Laboratorio per l'etica consumeristica il 12 settembre 2014 a Roma. Tutelare il consumatore per tutelare l'economia. Solo da un sano dialogo fra aziende e consumatori può nascere la spinta per la ripresa economica nazionale.

Può esistere una gestione del credito secondo etica?

"Come faccio a tutelarmi?" E' questa la domanda che sempre più spesso il consumatore italiano si pone. Non sempre, infatti, le aziende rispettano i diritti dei propri utenti. Forse in maniera miope, forse come disperato gesto per sopravvivere alla crisi economica. Questo clima di tensione fra consumatore e aziende, però, rischia di portare l'economia italiana (e in parte, di fatto, lo ha già fatto) all'interno di un circolo vizioso. Un circolo vizioso fatto di tribunali, dispute legali, insoddisfazioni e chiusura al consumatore.

Si è partiti da qui all'OIC Lab per tentare di dare delle risposte al consumatore italiano. Un consumatore nuovo. Il consumatore della new economy.

Come viene tutelato il consumatore della new economy?

Quale etica regola il settore dell’E-commerce?

Può l'economia del Web tutelare i diritti dei consumatori?

Sono molte le domande che la nascita del web e della new economy ha creato. Associazioni dei consumatori e aziende si sono incontrate per fare il punto della situazione, per gettare le basi di una economia più condivisa, una gestione del credito più etica e una tutela del consumatore più rispettosa della persona.

Il consumatore della new economy rischia di perdersi in un mare di norme, leggi, regolamenti, codici etici. A questo si aggiunga il fatto, come si è discusso nella seconda parte dell'incontro, che in tempi di cirsi il consumatore è sempre più esposto al rischio di morosità e di insolvenza. Bisogna sviluppare delle soluzioni consumer friendly per evitare di accanirsi con il consumatore, creando quel circolo vizioso improduttivo sia per le aziende che per i consumatori stessi. Circolo vizioso che spesso finisce nelle aule dei tribunali. Bisogna, pertanto, migliorare le procedure extra-giudiziali per la soluzione delle controversie nella gestione del credito. Tutelando aziende e consumatori.

Questo miglioramento è ancora più necessario se si parla di utenti e di servizi. Nella terza parte di Oic - Lab, Laboratorio per l'etica consumeristica, infatti, ci si è focalizzati proprio su questo settore. Molto spesso nei servizi essenziali per il mercato, quali acqua, luce e gas, si riscontrano i casi più comuni di insolvenza e di disputa. Ma non solo di acqua, luce e gas si è parlato. Molto spesso le controversie nascono anche nella gestione di queste insolvenze. La crisi obbliga le persone a bussare alla porta degli istituti di credito per far fronte a queste spese. E sempre più spesso i prestiti vengono richiesti proprio per coprire le spese di tutti i giorni. "Risparmiare" è ormai un vocabolo entrato nell'uso comune di molte persone e famiglie. Per questo SuperMoney è da sempre attenta al consumatore e alla sua informazione per fornire un servizio migliore, il miglior servizio. Comparare i migliori prestiti e risprmiare, quindi, può diventare la soluzione ideale per rientrare da questa difficile situazione. Ma bisogna prestare attenzione in questo, cercando sempre la soluzione ideale per le proprie esigenze.

Nella quarta e ultima parte dell'evento, invece, si è parlato di Gestione del credito e tutela dei consumatori, riassumendo quanto emerso nelle precedenti discussioni dell'evento. Solo su un piano etico si può ritrovare la forza e lo slancio per far ripartire l'economia italiana. Un  aperto dialogo fra aziende e consumatori può essere la molla per far ripartire lo sviluppo economico italiano. E giornate come quella di OIC Lab - Laboratorio per l'etica consumeristica ce lo dimostrano.