Quando si parla di finanziamenti, a volte può capitare di fare un po' di confusione sui termini che utilizziamo nel riferirci a questi prodotti creditizi. In particolare, spesso si fa riferimento all'istituto di credito che li eroga indifferentemente parlando di banca o finanziaria.

Tuttavia, i due termini non sono sinonimi. Detto altrimenti, dire a qualcuno che si ha intenzione di richiedere un prestito in banca non equivale a dire che si vorrebbe richiederne uno presso una finanziaria. Se anche a te è capitato di confondere queste due parole, oggi abbiamo deciso di spiegarti che differenza c'è tra banche e finanziarie e di aiutarti a capire se sia meglio una banca o una finanziaria per richiedere un prestito.

Che differenza c'è fra una banca e una finanziaria?

Un conto è parlare di banca e un altro è parlare di finanziaria. Come anticipato infatti, in materia di credito, la prima si differenzia dalla seconda per una serie di fattori. A variare è innanzitutto il soggetto che eroga il servizio di credito.

Nonostante dal punto di vista giuridico il tipo di servizio fornito al contraente sia lo stesso (un prestito personale, un mutuo, ecc.) e i contratti dei finanziamenti facciano riferimento alla stessa normativa, banche e finanziarie sono strutture differenti.

Nello specifico, una finanziaria è un ente "specialistico" ovvero che si occupa, nella maggior parte dei casi, esclusivamente di servizi finanziari. Detto altrimenti, in generale non è competenza di una finanziaria farsi carico della raccolta e della gestione dei risparmi dei propri clienti. Si tratta pertanto di una struttura che non dispone di depositi e che svolge quindi un'attività di intermediazione fra la clientela e gli istituti bancari.

Al contrario, una banca ha margini maggiori di operatività: eroga direttamente e senza intermediari i capitali ai richiedenti ma si occupa anche di far fruttare e conservare le quote depositate dai propri clienti.

DA LEGGERE: Decalogo dei prestiti online: come scegliere il migliore in 10 mosse

E' meglio richiedere un prestito in banca o presso una finanziaria?

Una volta fatta salda la differenza fra banca e finanziaria, se stai pensando di richiedere un finanziamento per ottenere maggiore liquidità e stai ancora valutando le diverse offerte di prestiti presenti sul mercato, capire se conviene rivolgersi a una banca o a una finanziaria è importante per fare la scelta giusta.

In generale, richiedere un finanziamento presso una banca ha tre vantaggi principali:

  • I tassi di interesse applicati al prestito sono inferiori rispetto a quelli richiesti dalle finanziarie;
  • La durata del piano di ammortamento è superiore (fino a 120 rate) rispetto a quelle generalmente offerte dalle finanziarie (poco più di 80 rate);
  • Un maggiore margine di trattativa sugli interessi in base al profilo personale del cliente, alla sua forza contrattuale e al capitale da finanziare.

Tuttavia, anche richiedere un prestito ad una finanziaria ha le sue convenienze:

  • Tempi di erogazioni inferiori. Una volta approvata la richiesta di finanziamento, i prestiti vengono generalmente concessi dalle finanziarie più velocemente rispetto a quelli delle banche;
  • Maggiore propensione a rinunciare ai costi accessori. Mentre le banche difficilmente ci rinunciano, talvolta questi non sono pretesi invece dalle finanziarie;
  • Valutazione della richiesta di prestito più oculata. Occupandosi principalmente di servizi finanziari, le finanziarie hanno un sistema di "scoring" più preciso e garantiscono così l'accesso al credito anche a molti soggetti considerati a rischio.

In conclusione, qualora stessi pensando di richiedere un prestito, ricordati di tenere sempre a mente i rispettivi vantaggi e svantaggi che sono collegati a una richiesta di prestito in banca e a una richiesta di prestito presso una finanziaria.