Inversione di tendenza per i prestiti al settore privato delle banche italiane che rivedono il segno più. Era dal luglio 2012 che il comparto si aggirava in territorio negativo. A metterlo nero su bianco è Bankitalia che ha pubblicato il supplemento al Bollettino Statistico focalizzandosi sui bilanci degli istituti bancari.

Secondo quanto riportato nel documento, i prestiti al settore privato nel mese di novembre si sono attestati in crescita di oltre mezzo punto percentuale. Più precisamente, nel periodo considerato i prestiti al settore privato hanno messo a segno una crescita dello 0,6% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Nel mese precedente i prestiti al settore privato si erano attestati in calo di mezzo punto percentuale.

Prestiti al settore privato, il bollettino di Bankitalia

Nel dettaglio, le erogazioni di prestiti personali si sono attestate in aumento dello 0,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. A ottobre le erogazioni di prestiti alle famiglie avevano registrato una crescita di mezzo punto percentuale.

DA LEGGERE: Aumento di capitale per Smartika, piattaforma di prestiti tra privati

Segno più anche per le erogazioni di prestiti alle società che sono cresciute dello 0,2% a differenza di quanto accadeva nel mese di ottobre in cui si registrava un calo dell'1,2%.

E questa è la grande novità in quanto già nel mese di giugno i prestiti alle famiglie avevano messo un freno alla discesa, mentre i prestiti alle società continuavano ad essere in calo nei mesi precedenti.

Secondo quanto sottolineato nel bollettino da Bankitalia, a spingere questi dati in territorio positivo potrebbero essere gli effetti della mutata deadline fiscale per i versamenti nell'autotassazione che è stata stabilita in data 30 novembre 2015 e, per l'anno precedente, in data primo dicembre 2014.

Diminuzione dei tassi d'interesse per i prestiti erogati al settore privato

Quanto ai tassi di interesse sulle erogazioni di finanziamenti per l'acquisto di abitazioni alle famiglie, nel mese di novembre si sono attestati al 2,85% contro il 2,87% del mese precedente. I tassi di interesse sulle erogazioni di nuovi prestiti invece alle società finanziarie si sono attestati al 2,76% contro il 2,87% registrato nel mese precedente.