Le startup brindano ai 255 milioni ricevuti grazie all’intervento del Fondo di Garanzia. Sono ben 629 le startup innovative che alla data del 31 ottobre 2015 hanno beneficiato dell’intervento del fondo governativo che consente alle startup di ottenere un prestito per startup facendosi garante del finanziamento erogato dall’istituto bancario.

Dati che su tutti i fronti hanno preso la rincorsa rispetto a quanto rilevato nel bimestre precedente, archiviato il 31 agosto. Le startup che hanno effettuato delle richieste di finanziamenti ricorrendo al fondo sono più che raddoppiate infatti hanno masso a segno un aumento 116%, i prestiti per startup erogati sono cresciuti di oltre 38 milioni di euro, lo stesso vale per l’importo garantito che ha fatto un passo in avanti di ben 29,51 milioni e per le operazioni effettuate in totale: nei due mesi chiusi ad ottobre sono state 185 in più. Lieve passo indietro solo per l’entità del prestito che è calato di oltre 18.000 euro.

DA LEGGERE: Il Fondo di Garanzia per le PMI tende una mano alle imprese

Lo rende noto il Ministero dello Sviluppo Economico attraverso la pubblicazione della quarta edizione bimestrale del rapporto sull’accesso al Fondo di Garanzia dello Stato da parte delle startup innovative e degli incubatori certificati.

Prestiti per startup, i dettagli

Nel Dettaglio, come riporta la nota, il totale dei prestiti per startup concessi si attesta a quota 255.028.269, con una media di 277mila euro a prestito per un totale di 918 operazioni, considerato che alcune startup hanno goduto di più di un finanziamento. La garanzia concessa dal fondo copre l’80% del prestito che la banca eroga alla startup e che arriva fino a quota 2,5 milioni di euro.

Nello spaccato geografico, primeggia la Lombardia

Tra le regioni che ricorrono al Fondo di Garanzia, primeggia la Lombardia che ha richiesto 224 finanziamenti per un ammontare che è stato pari a 99 milioni. Si aggiudicano il secondo posto il Veneto e l’Emilia Romagna che hanno fatto domanda di 108 finanziamenti ciascuna, per un ammontare che ha superato i 20 e i 23 milioni rispettivamente. Seguono il Lazio con 70 richieste di finanziamento a quota 14 milioni e il Piemonte che ha ottenuto poco più di 11 milioni spalmati su 67 prestiti per pmi.