Prima di coprire di lodi la regione Lombardia, che con il suo Pil potrebbe trascinare la ripresa del Paese, stando a quanto detto dal direttore della sede milanese di Bankitalia, parliamo del dato negativo che si registra sul territorio lombardo: le richieste di prestito continuano a diminuire.

La diminuzione è tangibile, ma bisogna precisare che la variazione sta risalendo avvicinandosi sempre di più allo zero: ad agosto è stato segnalato un dato di -0,6% complessivo, ma i prestiti alle famiglie sono in ripresa, a differenza dei finanziamenti alle imprese che ancora stentano a rialzarsi.
Per quanto riguarda un altro dato molto influente, ossia quello sulle sofferenze, il tasso di afflusso di quelle nuove è stabile all'1,8%, ma, malgrado tutto, il direttore di Bankitalia Milano si augura un futuro stabile per gli imprenditori con aumento di produzione, esportazione e occupazione.

La Lombardia guiderà l'Italia: la conferma di Bankitalia

Secondo quanto sostenuto da Giuseppe Sopranzetti, direttore di Bankitalia Milano, la regione Lombardia segnerà un aumento del Pil superiore rispetto alle altre regioni, e anche superiore al dato nazionale: secondo i dati presentati nell'aggiornamento sull'economia lombarda, l'economia regionale nel 2014 era tornata a crescere dello 0,2% dopo la crisi e, alla fine del 2015, si prevede un'impennata superiore anche grazie all'effetto domino positivo merito di Expo.

Che benefici ha portato Expo alla Lombardia? Innanzitutto un miglioramento nei servizi, specialmente il turismo: secondo i dati di Bankitalia nel primo semestre 2015 l'aumento dei turisti stranieri nella regione è stato del 4,9%, soprattutto per motivi personali: stando ai dati dettagliati dell'indagine Travel di Unioncamere Lombardia, Regione Lombardia e Cerst, il pernottamento in regione ha superato il 15%, e si sono registrate spese complessive del 12,9%.

DA LEGGERE: Finanziamenti a fondo perduto per reti di Pmi del settore turismo

L'influenza di Expo secondo il direttore di Bankitalia Milano

Dalle dichiarazione di Sopranzetti si evince che Expo ha aumentato la fiducia dei consumatori lombardi e degli imprenditori, oltre ad avere avuto un impatto positivo sui servizi e trasporti.
L'obiettivo a breve termine è quello di sfruttare la scia positiva, "cavalcando" i settori maggiormente in ripresa, come l'industria manifatturiera che, dall'indagine effettuata da Banitalia a ottobre, risulta in pieno vigore: dell 330 industrie con 20 addetti prese in considerazione, il 46,7% ha aumentato il fatturato nei primi 9 mesi dell'anno e i 2/3 aveva previsto una chiusura di 2015 in utile.

Nonostante la nota negativa sia rappresentata dagli scambi con l'estero, sotto la media italiana, i presupposti per una ripresa regionale, ma anche nazionale, ci sono tutti: l'importante è agire in maniera oculata e verificare che ci siano tutte le congiunture socio-economiche per investire e consumare.