I prestiti alle imprese erogati dalle banche, non sono l'unico modo per raccogliere il capitale iniziale necessario per avviare la propria attività. Oltre ai tradizionali finanziamenti esistono infatti molte alternative, come ad esempio la raccolta di fondi grazie all'aiuto di parenti e amici, l'equity crowdfunding e gli angel investor. Cerchiamo quindi di capire le varie possibilità per un'impresa che ha bisogno di liquidità per costituire il capitale iniziale.

Prestiti alle imprese: l'aiuto di amici e parenti

Se vuoi avviare una piccola impresa e hai bisogno di raccogliere un capitale iniziale abbastanza modesto l'ideale è optare per i prestiti tra privati. Una sorta di social lending, però chiedendo aiuto solo a parenti e amici. Ovviamente, però, la cosa è fattibile solo se hai bisogno di un capitale modesto, in linea di massima inferiore ai 100mila euro. Sebbene i prestiti provenienti da amici e parenti offrano condizioni più vantaggiose e informali, è comunque essenziale stabilire con chiarezza le condizioni del finanziamento per entrambe le parti. In questo modo si eviteranno spiacevoli litigi in futuro.

DA LEGGERE: Come trovare finanziamenti per le piccole e medie imprese?

Equity crowdfunding

Rispetto al crowdfunding normale, l'equity crowdfunding permette agli investitori di acquisire partecipazioni azionarie della società che richiede il finanziamento. Questa soluzione va benissimo anche per raccogliere un capitale iniziale fino a 1 mln di euro. Tuttavia, in Italia la pratica dell'equity crowdfunding non è ancora regolamentata da una normativa completa, motivo per cui la sua diffusione è ancora limitata.

Angel investor

Gli angel investor rappresentano una risorsa molto preziosa per le imprese che hanno bisogno di raccogliere liquidità per avviare la propria attività. Nello specifico, gli angel investor sono degli investitori privati che scelgono di mettere parte del proprio capitale a disposizione di aziende più piccole, in cambio ovviamente della partecipazione azionaria. Il valore aggiunto di questa soluzione è che gli angel investor, oltre al supporto economico, mettono a disposizione della nuova impresa conoscenze e contatti, affiancandone la dirigenza nelle prime fasi di sviluppo dell'attività. Si tratta quindi di un'ottima soluzione se la tua impresa necessita di un capitale iniziale compreso tra i 25mila e i 250mila euro.