Abbiamo la necessità di comprare un'auto ma non disponiamo di liquidità? Trovare un prestito vantaggioso può essere una buona soluzione ma se non ci interessa possedere il mezzo in sé, un'ottima scelta da considerare è quella di un contratto di leasing, ovvero un'operazione finanziaria attraverso cui una società di leasing mette a disposizione di un cliente utilizzatore un determinato bene per un periodo prestabilito, dietro pagamento di un canone mensile.

Al termine del contratto il cliente potrà riscattare il bene diventandone proprietario ma anche restituirlo alla società di leasing. Nel caso ci volessimo indirizzare verso un contratto di leasing vale la pena comunque di valutare le varie offerte di Findomestic, Prestitalia, Agos, ecc. per capire quale delle due modalità, prestito o leasing, rappresenti la scelta migliore per noi.

Tra i contratti di leasing disponibili sul mercato un prodotto interessante è Master Leasing di Consel. Le principali caratteristiche sono l'elasticità del piano finanziario, che prevede soluzioni personalizzate con prezzi di riscatto che si adattano alle esigenze della clientela. Le condizioni riguardano la durata del contratto di leasing che può variare da 24 a 48 mesi per le autovetture e fino a 60 mesi per gli autoveicoli commerciali.

Inoltre, con molti altri contratti di leasing, Master Leasing di Consel condivide le condizioni economiche vantaggiose, la rapidità dell'operazione e il pagamento immediato del veicolo. Per ottenere il veicolo, oltre che pagare regolarmente le quote mensili, è necessario però pagare un anticipo fisso oppure calcolato in percentuale sul costo del bene. Anche il prezzo di riscatto è fissato solitamente all'1% del prezzo iniziale del bene.

Master Leasing di Consel prevede comunque che l'utilizzatore paghi tutte le spese accessorie legate alla pratiche e all'struttoria per l'attivazione del contratto di leasing e i costi delle coperture assicurative obbligatorie per legge su tutti i veicoli. Il grosso vantaggio del contratto leasing sottoscritto dalle imprese o dai professionisti con partita iva è anche la possibilità di dedurre fiscalmente il canone periodico.