Per avviare una nuova attività o per far fronte alle esigenze della propria azienda e quindi spesso anche a periodi di crisi, ci si può rivolgere a un istituto di credito. Trovare un prestito online vantaggioso è semplice ed è una scelta che permette di ricevere un finanziamento ad hoc che rispetti le proprie esigenze.

Confrontare le offerte di Findomestic con quelle di Compass o altri operatori è un buon primo passo, sia nel caso di un'azienda già avviata che nel caso di una start-up che voglia fare il salto di qualità. Questa però non è l'unica possibilità.

Non sempre i finanziamenti che servono per avviare, gestire o risollevare un'impresa provengono dalle banche. Spesso a metterci il denaro sono i dirigenti e i soci che contribuiscono di tasca propria - almeno nel primo periodo o nei momenti più delicati - al bilancio aziendale, e in questo caso si parla solitamente di equity.

Un'alternativa all'equity si presenta nel caso in cui ad investire nell'azienda sia un Business Angel o Angel Investor. Questa figura è solitamente un ex direttore d'azienda o libero professionista che decide di investire in maniera informale, e quindi non passando per la "formalità" dei finanziamenti tramite equity.

Il target dei Business Angels è solitamente una impresa che, pur essendo promettente, non ha le garanzie necessarie per chiedere finanziamenti agli istituti di credito. È il caso questo di aziende che operano con attività particolarmente innovative, o con marchi e brevetti.

Per gusto del rischio imprenditoriale e una grande fiducia nel proprio intuito, la figura del Business Angel decide quindi di investire nell'impresa, contando di finanziare la crescita dell'azienda in modo da guadagnare nel momento in cui venderà la partecipazione a un prezzo molto più alto dell'importo stanziato inizialmente.

In Italia i settori in cui operano questi finanziatori sono soprattutto quelli legati all'industria manifatturiera, legata alla storia culturale del paese, ma può operare anche in altri ambiti. Questa tipologia di finanziamento è probabilmente assai più diffusa rispetto alle partecipazioni "formali" e basti pensare che aziende come Google devono il loro successo proprio all'intervento dei Business Angel.