Dovevate confrontare i prestiti più convenienti, non l'avete fatto e ora vi trovate a dover pagare rate troppo onerose? Se vi trovate in una situazione simile potreste richiedere un prestito di consolidamento debiti. Si tratta di un prodotto di credito che viene utilizzato per riunire le rate di altri prestiti, della stessa o di diverse banche, in una nuova singola quota più vantaggiosa.

Anche in questo caso bisognerebbe cercare il finanziamento più vantaggioso per le esigenze di ognuno e valutarne attentamente le condizioni. In ogni caso si tratta di uno strumento valido per avere una sola controparte per tutti i prestiti in corso e per riuscire a dilazionare i tempi dei pagamenti.

Ovviamente l'abbassamento della rata ha come conseguenza l'allungamento dei tempi di restituzione del prestito. Tuttavia riducendo la spesa mensile, il prestito consolidamento debito ha il vantaggio di produrre una certa liquidità extra.

In più è assolutamente consentito estinguere il ri-finanziamento in ogni momento, con un totale risparmio sul restante interesse dovuto all'istituto di credito che lo ha erogato.

Un ulteriore vantaggio deriva dal fatto che l'approvazione di tale tipologia di finanziamento non è legata alla presentazione di garanzie reali (pegno o ipoteca di immobile, ad esempio); certamente la banca otterrà le proprie garanzie di restituzione in altro modo: è infatti obbligatorio che il richiedente abbia età compresa fra i 18 e i 75 anni ed essere o un pensionato o avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato con un'anzianità di almeno 6 mesi per i dipendenti e di un anno per i lavoratori autonomi.

Inoltre è necessario avere una posizione creditizia buona e non risultare come "cattivo pagatore". Alcuni isituti vogliono però garanzie accessorie per l'erogazione del prestito consolidamento debito: tendenzialmente si richiede la stipula di un contratto che prevede l'emissioni di cambiali per ogni rata oppure una singola per l'intero finanziamento.

Rispetto alla precedente, come garanzia, è però più diffusa la firma di un coobbligato che faccia da garante nel caso di mancato pagamento delle quote, in genere se il richiedente ha un'anzianità lavorativa troppo recente o abbia avuto piccoli problemi con altri prestiti.