La scadenza per la richiesta di ottenimento dei fondi Anticrisi stanziati nella regione Veneto è vicina. Sarà infatti il 31 dicembre 2013 l'ultimo giorno utile per la presentazione delle domande. Tutte le Piccole e Medie Imprese operanti nel territorio regionale interessate alle agevolazioni previste dovranno far pervenire la richiesta a Veneto Sviluppo, tramite la banca o il consorzio fidi eventualmente intervenuto.

Questa nuova misura anticrisi, mediante l'utilizzo dei fondi di rotazione istituiti presso Veneto Sviluppo S.p.A., tende a fornire liquidità laddove, per motivi legati alla congiuntura economica, non si riesca a far fronte a investimenti o a progetti produttivi per le aziende. Con l'esclusione del settore commercio i motivi adducibili sono di varia entità, per esempio crediti maturati verso la P.A. oppure crediti insoluti accertati oppure ancora anticipazioni per contratti di beni e servizi.

Il funzionamento del prestito stabilisce che Veneto Sviluppo eroghi agli istituti di credito il 50% dell'importo finanziato a tasso zero, consentendo un abbattimento del 50% del tasso d'interesse finale.

Il finanziamento agevolato potrà avere una durata massima di 60 mesi ed importo compreso fra 25.000 e 500.000 euro, con diversi limiti, però, di minimo e massimo erogabile a seconda del settore di appartenenza. I suddetti finanziamenti, in forma analoga già resi disponibili nel 2010, fanno parte del Piano Straordinario Anticrisi per gli esercizi 2012 e 2013 deliberati dalla Giunta Regionale ad aprile 2012.

Per avere il dettaglio completo delle misure divulgate in questo articolo si dovrà consultare il Bollettino Ufficiale Regionale.