I giovani che vogliano completare la propria formazione culturale studiando all'estero, possono approfittare dei prestiti agevolati Erasmus Plus.

Il Parlamento europeo ha stanziato nuovi fondi per il progetto Erasmus Plus 2014. L'obiettivo del progetto è quello di dare la possibilità agli studenti volenterosi di integrarsi in nuove realtà, approfittando del prestito personale, che rimpingua le borse studio che solitamente non danno possibilità a tanti di viaggiare.

L'accordo tra le banche ed il Parlamento europeo prevede un aumento dei fondi pari al 40%, rispetto alla precedente edizione, si arriva dunque al finanziamento di 14 miliardi di euro. Questa volta i fondi erogati saranno a disposizione per i prossimi sette anni.

A partire dal 2014 e fino al 2020 Erasmus Plus, che comprende i progetti per la mobilità, Erasmus, Leonardo, Grundtwig e Comenius, permetterà l'accesso al credito facilitato, anche per tutti gli studenti che non avrebbero altrimenti la possibilità economica di internazionalizzare il proprio curriculum di studi.

Erasmus + offre la possibilità di richiedere un prestito agevolato fino a 12mila euro, con possibilità di effettuare il rimborso in dodici mesi, l'alternativa è quella di un prestito di 18mila euro da restituire in due anni.

Saranno le banche ad effettuare il finanziamento ai giovani che vogliano recarsi all'estero per studiare e dedicarsi anche allo sport e alle altre attività. Erasmus Plus dovrà essere approvato dall'assemblea plenaria di Strasburgo.