Banca Intesa ha deciso di promuovere delle iniziative di finanziamenti per il no profit, con un bond dai tassi d'interesse abbattuti dell'1-2% rispetto alla media di mercato.

L'offerta si chiama "Serie speciale Banca Prossima" ed è un titolo di obbligazione che non solo garantisce una rendita più che sicura al cliente, ma dall'altro va a costituire un fondo di cui l'istituto emittente, Intesa S.Paolo, mette a tutta disposizione di Banca Prossima per sostenere le iniziative delle onlus, delle associazioni no profit, con prestiti molto vantaggiosi dai tassi d'interesse abbattuti.

L'offerta di Banca Intesa per i no profit. L'obbligazione darà un rendimento del 2% al cliente, un punto certo più basso rispetto all'andamento del mercato ma che garantisce una rendita sicura. E le finalità del prestito, in ogni caso, andranno per finanziare le onlus e tutte le organizzazioni no profit. E Banca Intesa non prenderà nulla dai costi di gestione.I prestiti concessi alle onlus saranno diminuiti di circa uno o due punti rispetto a tutti i prestiti in circolazione.

L'entità dei prestiti, ovviamente, dipenderà dall'ammontare della somma e dalla durata. Quindi la vecchia tradizionale "donazione" alle onlus verrà sostituita da un semplice abbassamento della percentuale di rendimento, ma tutto a favore delle realtà no profit. Banca Intesa, quindi, tramite Banca Prossima, concederà dei prestiti molto agevolati a tutte le onlus e le np. Banca Intesa mette a disposizione un plafond di 300 milioni di euro nell'arco del prossimo anno.