La Regione ha stanziato, attraverso un progetto di Microcredito per finanziamenti piccole imprese toscane, un prestito a tasso zero a favore delle imprese commerciali e turistiche che hanno alle dipendenze massimo dieci lavoratori.

Caratteristiche

L'importo che verrà erogato sarà di 1,5 milioni di euro e ad ogni impresa andrà un finanziamento minimo di 5mila e massimo di 15mila euro e la durata va da 36 a 60 mesi.
Il finanziamento non passa attraverso le banche, ma verrà erogato direttamente dalla Regione, e non verranno richieste garanzie personali o reali. Le domande dovranno essere presentate obbligatoriamente online alla Confesercenti Toscana. Il bando non è ancora uscito, ma sarà presentato a breve, e le domande dovranno essere presentate presumibilmente entro la fine del 2013.

Saranno finanziati anche il settore turismo e le start up.

Come tutti i finanziamenti piccole imprese, anche queste risorse saranno destinate ad essere utilizzate come investimento nelle attività delle imprese stesse, ed è interessante che siano rivolte anche al settore turistico, in cui la Toscana si inserisce come una Regione con una economia ai massimi livelli.

Rilevante è, inoltre, che saranno finanziate, non solo le piccole imprese iscritte nell'apposito Registro, ma anche le "start up", cioè le imprese innovative italiane ad alto potenziale di crescita. Le start up sono nate nel mese di dicembre 2012 con il Decreto Legge Crescita 2.0, avente come obiettivo lo sviluppo e la crescita economica del nostro Paese.

Finanziamenti piccole imprese con obiettivi di crescita.

L'iniziativa della Regione Toscana è lodevole, anche se il plafond stanziato per ogni impresa è un piccolo finanziamento, quasi un contributo. Ma, in periodi come questi di prolungata crisi economica, dove le banche erogano sempre meno credito ed a tassi molto elevati rispetto alla media europea, il Microcredito Regionale vuole essere una boccata d'ossigeno utile alla ripresa di un'economia ormai preda della recessione e della disoccupazione.