I prestiti d'onore sono dei finanziamenti dedicati a coloro che vogliono avviare un'attività imprenditoriale. Questi prestiti sono ideali, ad esempio, per giovani imprenditori, che spesso non hanno i fondi necessari per riuscire a dare inizio ad una nuova impresa.

I prestiti d'onore sono particolarmente convenienti, poiché il 60% della somma totale del prestito viene erogata a fondo perduto, mentre il restante 40% andrà restituito alla banca erogatrice, ma con tassi molto agevolati.

DA LEGGERE: Finanziamenti a fondo perduto per aprire una pensione per animali

A seguito del decreto legge 185/2000, ad oggi esistono prestiti d'onore destinati anche ai giovani studenti che desiderano proseguire la loro formazione universitaria, con corsi post-laurea o corsi professionali.

Prestiti d'onore: come fare per ottenere un finanziamento

Ma come fare per ottenere un prestito d'onore? Bisogna possedere determinati requisiti al momento della presentazione della domanda, che andiamo ad elencare qui di seguito.

  • Aver compiuto la maggiore età
  • Essere residenti in Italia da almeno sei mesi
  • Essere disoccupati da almeno sei mesi

I tempi di approvazione del prestito prevedono almeno 60 giorni di attesa dal momento della ricezione della domanda. I candidati alla concessione dei prestiti d'onore, poi, dovranno frequentare dei seminari informativi organizzati da Invitalia (Agenzia Nazionale per la gestione degli Investimenti), la società che gestisce il servizio.

I prestiti d'onore sono destinati principalmente a tre diverse categorie di imprese:

  1. Prestiti d'onore per microimpresa
  2. Prestiti d'onore per lavoro autonomo
  3. Prestiti d'onore per franchising

Prestiti d'onore per microimpresa

I prestiti d'onore per la microimpresa sono dedicati all'avvio di piccole società imprenditoriali sotto forma di società di persona. I finanziamenti possono arrivare fino ad un massimo di 129.114 euro e possono essere utilizzati per:

  • Impianti
  • Macchinari
  • Attrezzature
  • Ristrutturazione immobili (fino al 10% degli investimenti ammissibili)

I prestiti d'onore per microimprese valgono anche per sostenere spese relative ai materiali di consumo, le materie prime, prestazioni di servizi, oneri finanziari, utenze e canoni di locazione per immobili.

Questi prestiti prevedono una sostanziosa parte del totale erogata a fondo perduto, che nel primo anno di attività può arrivare fino a 12.000 euro, mentre la parte restate del finanziamento sarà erogata con tassi agevolati.

Prestiti d'onore per lavoro autonomo

I prestiti d'onore per il lavoro autonomo sono destinati a coloro che vogliono avviare un'attività individuale nella produzione di beni e servizi o nel campo commerciale. L'importo massimo finanziabile con questi prestiti è di 25.823 euro, che potranno essere destinati alle medesime spese previste per i prestiti d'onore per la microimpresa.

I prestiti d'onore per il lavoro autonomo prevedono una parte di finanziamento a fondo perduto e un'altra che andrà restituita con tasso agevolato.

Prestiti d'onore per franchising

Ci sono dei prestiti d'onore dedicati anche alle società e alle persone fisiche che vogliono aprire un'attività in franchising. I settori produttivi ammessi alla concessione di questi prestiti sono:

  • Prestazione di servizi
  • Commercializzazione di beni

Anche in questo caso, il prestito d'onore prevede una parte di finanziamento a fondo perduto e un'altra erogata tramite un mutuo con tasso agevolato.

L'importo finanziabile tramite i prestiti d'onore per il franchising non è fisso, ma dipende dalle spese di gestione, il totale dell'investimento effettuato e le caratteristiche del finanziamento che si desidera richiedere.