Microcredito Sardegna 2013, dalle imprese numerosissime le richieste allo Sfirs, fino a questo momento se ne contano ben 3606, per il 46,5% inoltrate da imprese maschili, per il restante 53,5 per cento da imprese femminili. Come fa giustamente notare l'assessore al lavoro Mariano Contu, da un lato questi dati testimoniano la difficile situazione economica per le imprese e non solo, ma dall'altro lato evidenziano anche "la fiducia nella misura messa in campo dalla Regione per stimolare l'economia, e la voglia di mettersi in gioco da parte di potenziali imprenditori".

Lo strumento per il microcredito 2013 della Regione Sardegna è stato introdotto a maggio 2013, per andare incontro ai tantissimi problemi contro cui sbattono oggigiorno i cittadini quando tentano di avere accesso al credito (problema comune, naturalmente, a tutta la penisola). Secondo i dati presentati solo negli ultimi dieci giorni sono state registrate 783 richieste per il microcredito 2013 della Regione Sardegna: agli uffici della Sirs è stata recapitata la documentazione necessaria per aprire nuove imprese (2.127 pratiche) e per ristrutturarne di esistenti (1.479 pratiche).

L'assessore Cossu ha voluto sottolineare tanto la maggior presenza di domande per il microcredito di imprese femminili, quanto l'integrazione dei 25 milioni di euro stanziati con i 6 milioni derivanti dalle restituzioni per dei bandi precedenti, ricordando che la percentuale di restituzione per il Fondo del Microcredito sorpassa quota 90%. Se da un lato questi numeri su il Microcredito in Sardegna nel 2013 testimoniano la durezza della crisi, dimostrano anche l'intraprendenza di cittadini e cittadine della Regione.