Per il corrente anno scolastico in Toscana la Regione è scesa di nuovo in campo con nuovi finanziamenti per complessivi 1,5 milioni di euro a sostegno dell'infanzia. Con la gestione delle risorse che sarà affidata ai Comuni, l'Amministrazione regionale punta nel dettaglio a concedere contributi alle famiglie che hanno un Indicatore della situazione economica equivalente (Isee) sotto i 30 mila euro, e che hanno i figli che frequentano le scuole dell'infanzia degli Enti locali, oppure quelle paritarie private.

I contributi a fondo perduto concessi permetteranno così alle famiglie beneficiarie di andare ad abbattere le rette in una fase come quella attuale caratterizzata purtroppo sempre più spesso da difficoltà a livello economico per poter mandare a scuola i figli.

In accordo con quanto riportato dal sito Internet della Regione Toscana, ai fini della ripartizione dei finanziamenti spetta ora ai Comuni accedere all'apposito Bando regionale la cui scadenza è fissata per il prossimo 6 dicembre del 2013.

Nel momento in cui sarà definita a conclusione del Bando regionale la ripartizione delle risorse, ogni Comune della Regione Toscana dove ci sono scuole dell'infanzia dovrà a sua volta emanare un altro Bando, quello per le famiglie che, nel rispetto dei requisiti fissati, potranno ottenere a rimborso i contributi per l'abbattimento delle rette pagate. Tutte le informazioni sul Bando regionale, attraverso avviso pubblico, sono già state pubblicate online sul sito Internet della Regione Toscana.