I prestiti di consolidamento debiti rappresentano un servizio finanziario sempre più richiesto dagli italiani, nonostante la parallela caduta delle richieste dei prestiti per finanziare l'acquisto di beni di consumo. Il 2013, secondo i dati diffusi da Assofin, l'Associazione delle società di credito al consumo, è il quinto anno consecutivo a far registrare un calo delle richieste di prestiti per finanziare l'acquisto di autoveicoli, mobili e vacanze. In calo anche i prestiti concessi attraverso le carte di credito con addebito rateale, mentre crescono solo le cessioni del quinto richieste da pensionati e i prestiti di consolidamento debiti.

Ma cosa sono questi ultimi e a quale tipologia di utente conviene attivarli? I prestiti di consolidamento debiti sono uno strumento finanziario che unisce in un'unica rata mensile il pagamento dei diversi prestiti attivi. Pensate a una famiglia che si trova a pagare un prestito per l'acquisto dell'auto, insieme alla rata dei mobili, a quella del computer e a quella dell'ultima vacanza ed ora, a causa del perdurare della crisi economica, si ritrova senza liquidità. Un prestito di consolidamento debiti, in questo caso, permetterebbe anche di ottenere liquidità aggiuntiva e alleggerire la rata totale mensile rispetto alla somma delle singole rate, grazie ai tassi d'interesse più competitivi e all'allungamento del prestito erogato.

A chi conviene? A chi ha attivi diversi prestiti e vuole semplificare il pagamento di essi. Ovviamente l'ammontare del consolidamento debiti dipende dal profilo del richiedente mentre l'offerta varia a seconda dell'istituto di credito. Oggi è possibile calcolare un preventivo di prestito di consolidamento anche online consultando i siti dei vari istituti di credito oppure utilizzando gli strumenti di comparazione presenti in rete come SuperMoney.

È buona norma fare qualche ricerca online per approfondire le varie condizioni che ogni istituto bancario offre. Le banche offrono come prestiti per consolidamento debiti molti prodotti finanziari, occorrerà dunque scegliere il migliore valutando la durata e il tasso di interesse applicato. Per quanto riguarda la durata, invece, il prestito di consolidamento debiti può essere molto breve, 24 mesi, ma può anche arrivare fino a 20 anni (240 mesi).

Il prestito per consolidamento debiti può essere richiesto da persone fisiche e giuridiche che in passato hanno stipulato mutui per la prima o la seconda casa e/o hanno richiesto e ottenuto prestiti per finanziare l'acquisto di beni di consumo e in molti casi è disponibile anche per cattivi pagatori segnalati al Crif (consolidamento debiti cattivi pagatori), purché offrano determinate garanzie.