I prestiti contro cessione del quinto consistono nel pagamento di un finanziamento contratto tramite la cessione di un quinto dello stipendio e della pensione. Anche quest'ultima, infatti, può essere utilizzata per questa forma di prestito.

Con un decreto del 24 giugno del Ministero dell'economia sono stati modificati i tassi effettivi e globali medi, - Tegm - proprio per quanto riguarda il prestito contro cessione del quinto dello stipendio e della pensione.

Le modifiche effettuate ai tassi coinvolgeranno il periodo che va dall'1 luglio 2013 al 30 settembre 2013 e riguarderanno entrambe le modalità di finanziamento.

In che modo sono stati modificati in tassi in questione? Per quanto riguarda importi sotto i 5000 euro, i nuovi Tegm sono pari all'11,58 e il tasso soglia usura è fissato a 18,47 %, in calo rispetto al trimestre precedente.

Per gli importi superiori ai 5000 euro, invece, i Tegm ammontano all'11,64, con tasso soglia sceso al 18,55%.

I Tassi soglia convenzionali per il prestito tramite cessione del quinto della pensione si modificano di conseguenza. Se ad esempio un pensionato sotto i 59 anni percepisce meno di 5.000 euro, il tasso soglia sarà dell'8,7%. Un pensionato che percepisce più di 5000 euro e ha tra i 60 e i 69 anni si vedrà applicato un tasso soglia pari al 10,74%.

Un pensionato tra i 70 e i 79 anni con una pensione inferiore a 5000 euro avrà un tasso soglia del 12,90%; se la pensione supera i 5000 euro, il tasso soglia ammonta a 13,94%.

La cessione del quinto è sempre più diffusa come forma di finanziamento perché nel caso della cessione del quinto dello stipendio, la quota viene prelevata direttamente dalla busta paga del richiedente.