Se il mercato dei veicoli nel corso del 2011 ha subito una flessione negativa, con un calo degli acquisti sia di auto che di motocicli, a trovare "guadagno" da questa situazione è stato in particolare il mercato dell'usato. La riduzione dei redditi reali delle famiglie ha reso sempre più difficile l'acquisto di un'auto. Per questo motivo, sempre più automobilisti hanno deciso di puntare sulle auto di seconda mano, che costituiscono una spesa più contenuta rispetto a quella di un'auto nuova.

A confermare questa tendenza ci sono i dati diffusi dal Centro Studi Auto Aziendali e i dati dell'Osservatorio Findomestic, che hanno evidenziato nel 2011 una crescita delle vendite del comparto dell'usato del settore auto. Secondo le informazioni del Centro Studi Auto Aziendali, nel 2011 gli italiani hanno speso 21,5 miliardi di euro per l'acquisto di automobili usate (nel 2010 erano stati spesi 20,9 miliardi), per una crescita complessiva del +3%. Le immatricolazioni di auto di seconda mano sono arrivate a raggiungere le 2.798.741 unità (-0,15%), superando quelle di auto nuove che sono state 1.748.846. Anche i dati dell'Osservatorio Findomestic, banca specializzata nell'erogazione di prestiti personali, si allineano con quelli del Centro Studi Aziendali. In base a questa indagine, infatti, il mercato dell'usato, anche grazie alle vendite di veicoli a Km0, nel 2011 sarebbe cresciuto del 2,2%.

Per sostenere le spese dell'acquisto di un'auto, nuova o usata, molti devono ricorrere a dei prestiti finalizzati. Per scegliere il prestito più conveniente per sé, vediamo ora con l'aiuto del servizio di SuperMoney, quali possono essere le offerte migliori di prestiti per le auto sul mercato. Per esempio, per un dipendente a tempo determinato che chiede un prestito di 10.000 euro da restituire in 4 anni il prestito Cessione del Quinto Rata Bassotta offerto da IBL Banca, offre 48 rate da 244 euro al mese con un Taeg dell'8,27%. Un'altra possibilità è il prestito Findomestic, in 48 rate da circa 252 euro, con un Taeg del 10%. A seguire troviamo il prestito personale di Banca Popolare di Milano con un Taeg del 10,64% e una rata di 253 euro circa.