Investire nel risparmio energetico è una priorità per il 50% dei proprietari di immobili italiani: a rilevare la vena "ecologica" dei cittadini è il portale di annunci immobiliari Casa.it , che mostra come un italiano su quattro sia disposto a spendere fino a 5 mila euro per la riqualificazione energetica della propria casa. Una somma che si può facilmente ottenere grazie ad un prestito finalizzato a casa e mobili.

Questa tendenza è più accentuata al Nord (47% di interventi), mentre al Sud (30,2%) e soprattutto al Centro (21,8%) sono un po' meno attenti al risparmio energetico. Tra i lavori di ristrutturazione più gettonati ci sono gli infissi isolanti (30,7%), i serramenti isolanti (11,2%) e le tecniche di coibentazione (10,7%), tutti interventi mirati a conservare il calore all'interno delle abitazioni. Molto importante è anche l'illuminazione: il 40% degli intervistati fa uso di luci a basso consumo e il 25,7% illumina la propria casa con lampadine alogene, fluoro-compatte, e Led.

Quando si tratta -come in questo caso - di spendere in vista di un futuro risparmio, gli italiani non si tirano indietro: il 37,25% intende investire fino a 2 mila euro, il 29% pensa di spingersi fino a 5 mila e il 13% è disposto a spendere fino a 10 mila euro per la ristrutturazione. Soltanto il 57% degli intervistati dichiara però di essere a conoscenza degli incentivi statali, che per il 30% sono invece troppo complicati da ottenere.

Chi non ha accesso agli aiuti del Governo può richiedere un finanziamento per le ristrutturazioni degli immobili: attraverso Supermoney, il portale per il confronto prestiti, è possibile verificare quali siano le offerte più vantaggiose. Se proviamo a richiedere un prestito finalizzato a casa e mobili di 5 mila euro da rimborsare in 24 mesi, l'opzione più vantaggiosa per un dipendente pubblico o statale è il prestito con cessione del quinto Rata Bassotta di IBL Banca, con taeg dell'8,24%, rata mensile di 226 euro e 5.434 euro da restituire a scadenza. Per tutti le altre categorie di lavoratori a tempo indeterminato le soluzioni più covenienti sono Prestito Libertà di Unicredit Family Financing (taeg dell'11,31%, rata di 229,6 euro al mese e importo da restituire pari a 5.572) e Prestito Personale di Elastys (taeg del 12,47%, rata mensile di 234,3 euro e 5.636 euro da rimborsare a scadenza).

Oltre al rispetto per l'ambiente e al risparmio sulle bollette, un altro vantaggio della riqualificazione energetica consiste nella possibilità di usufruire, entro il 31 dicembre 2011, di una detrazione fiscale pari al 55% per le spese sostenute in relazione a questo genere di interventi.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento'.