Cessione del Quinto della Pensione: scegli il finanziamento più vantaggioso

Cessione del quinto della pensione

Scopri cosa pensa la community:
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Cessione del quinto della pensione Inps: tutti i dettagli

La cessione del quinto della pensione rappresenta una particolare soluzione di finanziamento riservata a tutti coloro che hanno ormai concluso la propria esperienza lavorativa e desiderano disporre di una liquidità extra. Potrai richiedere un prestito con cessione della pensione presso qualunque istituto di credito o società finanziaria, in ogni caso sarà sempre l’Inps ad occuparsi del rimborso prelevando direttamente dalla tua pensione l’ammontare della rata.

Rientrando nella categoria dei prestiti personali, la cessione del quinto è una soluzione di particolarmente richiesta e apprezzata dai risparmiatori, ed è diventata ormai parte integrante dell’offerta di molti istituti di credito. Se quindi sei un pensionato e hai intenzione di richiedere la cessione del quinto della tua pensione Inps, in questo approfondimento potrai trovare tutte le informazioni utili per conoscere questa particolare soluzione di finanziamento e valutare se si adatta alle tue esigenze e alla situazione finanziaria.

 

 

Come funziona la cessione del quinto?

La cessione del quinto rappresenta una particolare formula di finanziamento che consente di restituire la somma ricevuta attraverso il pagamento di rate mensili che saranno detratte direttamente dall’importo della pensione, o dello stipendio nel caso dei lavoratori. Questa soluzione è accessibile solo ad alcune tipologie di risparmiatori:

  • dipendenti statali

  • dipendenti privati a tempo indeterminato

  • pensionati INPS ed ex-INPDAP.

La modalità di rimborso e la certezza di pagare una rata proporzionale alle entrate mensili, rendono la cessione del quinto una delle soluzioni più apprezzate non solo dai risparmiatori ma anche dagli stessi istituti di credito.Il principale vantaggio per i richiedenti rigurda l'importo della rata di rimborso della cessione del quinto che non potrà mai superare un quinto del reddito mensile percepito

Inoltre la possibilità di prelevare la rata direttamente dalla pensione, o dalla pensione nel caso dei lavoratori, rappresenta per gli istituti di credito che emettono la somma richiesta una vera forma di garanzia, tutelandoli dal rischio di eventuali ritardi o mancati pagamenti.

La cessione del quinto non può essere richiesta nei seguenti casi:

  • pensioni e assegni sociali;

  • invalidità civili;

  • assegni mensili per l'assistenza ai pensionati per inabilità;

  • assegni di sostegno al reddito( VOCRED, VOCOOP, VOESO);

  • assegni al nucleo familiare;

  • pensioni con contitolarità per la quota parte non di pertinenza del soggetto richiedente la cessione;

  • prestazioni di esodo ex art. 4, commi da 1 a 7 – ter, della Legge n. 92/2012.

Torna su

 

Come funziona la cessione del quinto della pensione?

La cessione del quinto della pensione rappresenta quindi una formula di prestito per pensionati con condizioni più vantaggiose rispetto alle altre formule di finanziamento rivolte ai lavoratori dipendenti, anche grazie a delle particolari convenzioni stipulate tra gli istituti di credito e gli enti previdenziali. Questo tipo di prestito prevede però anche delle condizioni più rigide a causa dell’età avanzata dei richiedenti.

Infatti l’erogazione della somma richiesta prevede la sottoscrizione di un’assicurazione sulla vita obbligatoria, in modo da garantire il rimborso della somma richiesta anche in caso di decesso dell’intestatario della pensione. Anche la durata del contratto è soggetta ad alcune limitazioni, non può superare i 10 anni, ovvero le 120 mensilità. La somma erogabile dipende invece dalla situazione finanziaria del richiedente e dall’impostazione adottata dall’istituto di credito scelto.

Torna su

 

Come richiedere la cessione del quinto della pensione Inps?

Prima di richiedere un prestito con cessione del quinto della pensione occorre richiedere all’Inps la comunicazione di cedibilità, in cui è indicata l’importo massimo della rata di rimborso. Una volta ottenuto questo documento potrai iniziare a valutare le proposte di finanziamento delle banche e società finanziarie.

Data l’ampia offerta del mercato, ti suggeriamo di avvalerti in questa fase del supporto di un comparatore di tariffe come SuperMoney, il servizio è gratuito e ti consentirà di individuare in pochi passaggi le soluzioni più vantaggiose. Per accedere al servizio di comparazione dovrai fornire solo alcune semplici indicazioni. Inoltre, se vorrai, potrai anche richiedere il supporto gratuito di un operatore qualificato che risponderà a tutte le tue domande e ti aiuterà eventualmente nella fase di sottoscrizione del contratto.

Una volta identificata la banca o la società finanziaria, dovrai consegnare la comunicazione di cedibilità rilasciata dall’Inps e passare alla fase di sottoscrizione del contratto che verrà notificato all’Ente previdenziale. A partire dal terzo mese della data di notifica partirà il rimborso delle rate che saranno detratte dall’importo della pensione; eventuali rate scadute saranno recuperate attraverso una ritenuta aggiuntiva sulla pensione

In fase di sottoscrizione del contratto per la cessione del quinto dovrai fornire all’istituto di credito anche altri documenti e informazioni, come: i dati anagrafici,  personali e reddituali e tutte le informazioni utile per definire la tua situazione pensionistica.

Durante questa fase l’Inps effettuerà invece tutte le verifiche necessarie per accertarsi che la banca o la finanziaria possegga scelta sia in possesso di tutti i requisiti previsti dalla legge, che abbia presentato la richiesta di accreditamento e che il tasso d’interesse applicato al prestito non superi la soglia dei tassi d’usura. Si tratta di una prassi necessaria, volta a tutelare gli interessi di tutti i pensionati.

Torna su

 

Come si calcola la cessione del quinto della pensione?

La rata di rimborso prevista dalla cessione del quinto dipende dall’importo della pensione, infatti la somma richiedibile è calcolato al netto delle trattenute fiscali e previdenziali, in modo da non superare l’importo della pensione minima stabilito annualmente. Ad esempio se la pensione mensile è pari a 596,50 euro al - netto delle trattenute fiscali e previdenziali -, l'importo massimo cedibile con la cessione del quinto è di 101,67 euro, in quanto il calcolo va effettuato su 508,38 euro che è l'importo della pensione minima.

Torna su

 

Cessione del quinto della pensione: le ultime novità?

 Tra le ultime novità in materia di cessione del quinto della pensione ti segnaliamo il nuovo schema per modifica delle classi di importo diffuso dall’Inps. Il tasso di interesse applicato ai prestiti con cessione dipende infatti sia dall’età del richiedente sia dall’importo della pensione. Ma se in precedenza i valori dei tassi di interesse erano calcolati in riferimento alla somma di 5.000euro, con il nuovo schema l’importo di riferimento della pensione è stato elevato a 15.000euro.

In nuovo schema sarà attivo fino al 31 dicembre 2018 e prevede per l’inps la possibilità di rivedere i termini della convenzione al termine della scadenza. I nuovi tassi di soglia massimi applicati saranno:


    Classi di Età

    Fino a 15.000euro

    Oltre 15.000

    Fino a 59 anni

    8.6

    7.71

    60-64 anni

    9.4

    8.51

    65-69 anni

    10.2

    9.31

    70-74 anni

    10.9

    10.1

    75-79 anni

    11.7

    10.81

     

     

     

Torna su

 

Leggi tutti i commenti