Trova il prestito con la rata più bassa

Prestiti per giovani studenti e imprenditori

Scopri cosa pensa la community:
Prestiti per i Giovani: ecco i Requisiti per Ottenerli! 5,00 su 5 in base a 1 valutazioni. 1 recensioni.
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Come funziona il prestito giovanile?

Al giorno d’oggi sempre più ampia e diversificata è l’offerta di prestiti a cui è possibile fare riferimento qualora si abbia la necessità di ottenere una liquidità extra utile per realizzare un proprio progetto. Tra questi fanno capolino i cosiddetti prestiti per i giovani, ovvero quelle soluzioni creditizie pensate per una clientela con un’età generalmente compresa tra i 18 e i 35 anni.

Quella dei giovani rappresenta una clientela molto delicata per banche e finanziarie che si trovano a concedere finanziamenti a una categoria sociale senza delle solide garanzie reddituali ed economiche. Ecco che numerosi istituti di credito prevedono delle soluzioni di credito pensate ad hoc per studenti e giovani imprenditori che necessitano di una liquidità aggiuntiva per piccoli e grandi bisogni: dall’acquisto dell’automobile, al mantenimento degli studi universitari così come all’avvio di un’attività imprenditoriale.

Rispetto ai classici prestiti personali che prevedono criteri di valutazione piuttosto rigidi, come ad esempio un reddito stabile e dimostrabile, i finanziamenti per i giovani non tengono conto della tipologia di impiego del richiedente. Attenzione: questo non significa che non vengano comunque richieste altre forme di garanzia alternative.

Proprio perché i requisiti di accesso a questa tipologia di credito sono comunque meno severi rispetto ai tradizionali prestiti, il capitale finanziabile è comunque contenuto ed è solitamente compreso tra i 500 euro e i 15.000 euro.

Se sei interessato ad approfondire questo argomento, ti consigliamo di continuare a leggere questa guida redatta dagli esperti di SuperMoney dove ti illustreremo innanzitutto quali sono le forme di credito al consumo dedicate alle giovani generazioni. Una volta chiarito questo punto, passeremo ad illustrarti come richiedere un prestito giovanile senza dimenticarti di elencarti i principali istituti di credito che le erogano.

 

 

 

Prestiti a fondo perduto

Come dicevamo, i prestiti per i giovani sono pensati su misura per studenti e lavoratori under 35 che desiderano portare avanti un proprio progetto ma non hanno la liquidità sufficiente per farlo. La gamma di prestiti agevolati per i giovani è piuttosto ampia e diversificata.

Iniziamo ad analizzare una prima soluzione creditizia per i giovani: i cosiddetti finanziamenti a fondo perduto. Si tratta di una forma di finanziamento dedicata all’imprenditoria giovanile e alle start up che possono essere erogati dagli enti regionali (finanziamenti regionali a fondo perduto), da quelli statali (prestiti regionali a fondo perduto) oppure da fondi europei (finanziamenti europei a fondo perduto).

In particolare, si tratta di una tipologia di credito agevolata che non prevede né la restituzione del capitale in prestito né degli interessi su di esso maturati. Questa soluzione è rivolta ai giovani di età compresa tra i 18 e i 36 anni che hanno intenzione di costituire una nuova società sotto forma di s.a.s., s.n.c., S.p.A., s.a.p.a., s.s., piccole e medie cooperative.

Torna su

 

Prestito d’onore per studenti e giovani imprenditori

Come anticipato, tra i prestiti per giovani rientrano innanzitutto i finanziamenti per gli studenti destinati a chi frequenta un corso di laurea (triennale o specialistica), a chi desidera iscriversi a un master universitario o a un corso post laurea. Ma non solo.

Possono infatti essere richiesti anche per l’acquisto di strumenti e materiali scolastici. I prestiti per gli universitari sono inoltre il risultato di convenzioni tra le banche e gli atenei e permettono di usufruire di tassi di interesse particolarmente agevolati.

Esistono poi i cosiddetti prestiti d’onore dedicati a tutti coloro, giovani compresi, che desiderano avviare un’attività imprenditoriale di piccola dimensione e rientrante in una delle seguenti categorie di impresa: lavoro autonomo, micro impresa e franchising. In questa tipologia creditizia rientrano anche i prestiti d’onore destinati a sostenere i percorsi di formazione universitaria, post-laurea e/o professionale.

Generalmente si tratta di una soluzione di credito che prevede una quota di capitale concessa a fondo perduto e un’altra erogata sotto forma di prestito da restituire alla banca a tasso agevolato.

Torna su

 

Prestiti giovani imprenditori

Se sei un giovane con un lavoro autonomo alla ricerca di un finanziamento che ti permetta di far decollare il tuo progetto di impresa, devi sapere che ci sono delle soluzioni creditizie create anche per queste esigenze. A questo proposito devi sapere che esistono due principali soluzioni di prestiti per giovani imprenditori: il già citato prestito a fondo perduto e il Fondo Garanzia Giovani.

Per quanto riguarda i prestiti a fondo perduto per giovani imprenditori, è importante sapere che essi non prevedono vincoli temporali per la presentazione della richiesta di agevolazione e che i progetti d’impresa finanziabili devono essere attinenti con uno dei seguenti settori di attività:

  • produzione di beni agricoli, artigianali o industriali;
  • fornitura di servizi alle imprese, eccezion fatta per i servizi amministrativi pubblici e per le attività commerciali e turistiche.

Si tratta inoltre di prestiti che possono arrivare fino al 50% a fondo perduto, a cui è possibile aggiungere un prestito o un mutuo pari al 40% degli investimenti restituibile in 10 anni.

Altra cosa è invece il sostegno all’auto-imprenditorialità di Garanzia Giovani. Stiamo parlando di quell’insieme di provvedimenti proposti a livello europeo con l’intento di agevolare l’inserimento delle nuove generazioni nel mondo lavorativo.

Il programma si rivolge a giovani con un’età compresa fra i 18 e i 29 anni ed è progettato al fine di guidare il giovane imprenditore dalla fase di start-up a quella della realizzazione del suo progetto industriale. Il piano garantisce degli incentivi economici e prevede anche un percorso di formazione mirata durante tutte le fasi di sviluppo del progetto imprenditoriale.

Durante l’ultima fase formativa il giovane riceve l’accesso al Fondo SELFIEmployment adibito all’erogazione di finanziamenti a tasso zero per importi compresi tra i 5.000 euro e i 50.000 euro. Il prestito viene erogato senza garanzie personali e con un piano di ammortamento della durata massima di 7 anni.

Torna su

 

Prestiti per giovani senza lavoro

Come già anticipato, per gli istituti di credito i giovani rappresentano una categoria molto particolare. A causa dell’assenza di un lavoro stabile, le nuove generazioni non riescono generalmente a soddisfare i requisito richiesti dalle banche al fine dell’ottenimento dei classici prestiti personali.

Tuttavia, per andare incontro alle generazioni più giovani, gli istituti bancari mettono a disposizione anche delle forme di prestiti per giovani senza lavoro. In alcuni casi specifici, infatti, la busta paga non è l’unica garanzia presentabile. Esistono infatti anche delle garanzie alternative.

Tra queste troviamo, ad esempio, la cosiddetta fideiussione che prevede la presenza di un garante, ovvero di una persona che sia pronta a farsi carico del pagamento delle rate del prestito qualora il giovane non ne sia più in grado. In alternativa è possibile presentare un contratto di affitto regolare o iscrivere l’ipoteca su un immobile d proprietà.

In particolare, i finanziamenti agevolati di questo tipo rientrano nei cosiddetti prestiti senza busta paga dedicati appunto a quella categoria di richiedenti senza stipendio fisso, come appunto è spesso quella dei lavoratori più giovani.

Per sopperire alla mancanza della busta paga come forma di garanzia sul prestito, il richiedente dovrà quindi “tranquillizzare” la banca attraverso altre forme di affidabilità creditizia come quelle sopra citate.

Torna su

 

Come richiedere un prestito giovanile?

Se hai intenzione di optare per un finanziamento per giovani presso un’istituto di credito o una finanziaria, devi sapere che la procedura di richiesta è pressoché identica a quella per inviare una domanda di prestito tradizionale.

Innanzitutto, il primo consiglio che ti diamo è quello di prenderti un po’ di tempo per valutare costi e specifiche delle principali soluzioni presenti sul mercato, ad esempio tramite il portale di comparazione di SuperMoney che ti permette di mettere a confronto diverse soluzioni di finanziamento guidandoti alla scelta della soluzione più in linea con le tue esigenze.

Una volta stilata una lista delle offerte di prestiti che fanno al tuo caso, il passo successivo è quello di fissare un appuntamento presso la banca dove desideri accendere il finanziamento e recarti presso la filiale più vicina a casa tua.

Se invece stai pensando di sottoscrivere un prestito on line, potrai inviare la richiesta e gestire il tuo finanziamento comodamente via web. A differenza dei prestiti per le nuove generazioni erogati dagli istituti di credito con sede fisica, le banche che operano via web hanno la possibilità di offrire tassi di interesse particolarmente convenienti grazie alla riduzione dei costi legati alla gestione delle filiali fisiche e degli intermediari bancari.

Optando per questa soluzione, la domanda di ottenimento del finanziamento viene inviata online e, in alcuni casi, avrai la possibilità di siglare il contratto del finanziamento tramite firma digitale. Una volta approvata la tua richiesta, affinché l’ottenimento della somma vada a buon fine, dovrai consegnare all’istituto bancario tutti i documenti da lui richiesti.

Ovviamente tieni presente che questa rappresenta la procedura da seguire per i prestiti giovanili richiedibili presso un istituto di credito. Tutt’altro è invece il procedimento di invio della richiesta per i prestiti a fondo perduto erogati da enti regionali, statali ed europei.

Vediamo di seguito, a titolo esemplificativo, come è necessario procedere per la richiesta di un prestito a fondo perduto statale destinato ai giovani imprenditori. Per usufruire di questa tipologia di prestito come prima cosa dovrai compilare un modulo di richiesta, scaricabile via web sui portali delle diverse Camere di Commercio. Una volta compilato il documento dovrai spedirlo con raccomandata A/R al seguente indirizzo:

Sede di Sviluppo Italia, Via Boccanelli 30, 00138 Roma

In alternativa, potrai inviare il modulo presso una delle sedi regionali della società. Alla domanda dovrai inoltre inviare in duplice copia:

  • il progetto di impresa e copia dell’atto costitutivo della stessa;
  • il certificato di vigenza, ovvero il documento che contiene tutte le informazioni dell’azienda a partire dalla data della sua prima costruzione;
  • il certificato che la sede della società si trovi nei territori di applicazione della legge;
  • il certificato che dichiari che la nuova società sia costituita da soci con età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Una volta inviata la richiesta del prestito a fondo perduto, Sviluppo Italia comunicherà agli aspiranti richiedenti l’esito della domanda dopo circa 6 mesi. In caso di esito positivo, i potenziali richiedenti saranno invitati a sostenere un colloquio a Roma per definire il piano esecutivo per l’ottenimento del finanziamento a fondo perduto.

Torna su

 

Quali banche erogano finanziamenti per gli under 35?

Fatta chiarezza sulle diverse soluzioni creditizie pensate per le generazioni più giovani, è arrivato il momento di elencarti quali sono i principali istituti di credito che erogano questa forma di credito al consumo.

Di seguito ti riportiamo quindi una lista di alcune delle migliori banche e finanziarie che offrono prestiti per i giovani: Banca Sella, Findomestic, Intesa Sanpaolo, UBI Banca e Unicredit.

Torna su

Leggi tutti i commenti


Molto Utili!
28-apr-2017
Il tuo voto5