Per aiutare le famiglie che stanno aspettando un bambino e dovranno quindi sostenere molte spese, diverse sono le soluzioni di finanziamento che si possono richiedere a tassi agevolati. Anche quest'anno è possibile inoltre inviare all'INPS la domanda per richiedere il Bonus Bebè. Per poter accedere a questa forma di sussidio statale, è necessario avere i requisiti richiesti e presentare la domanda per l'assegno di natalità entro le scadenze fissate per il 2018.

Chi può richiedere il Bonus nati 2018Quando scade l'Assegno Bebè? E a quanto ammonta il Bonus Bebè per l'anno in corso? Se anche tu ti stai facendo queste domande, continua a leggere questo articolo per scoprire tutto quello che c'è da sapere a questo proposito.

Che cosa sono i Bonus Bebè?

Prima di tutto vediamo di capire che cos'è il Bonus Bebé. Cominciamo con il dire che si tratta di una disposizione che rientra nella Legge di Stabilità 2015 (art. 1, commi 125-129, Legge 23 Dicembre 2014, n° 190).

Nello specifico, il Bonus Bebè 2018 è un assegno mensile destinato alle famiglie con un figlio natoadottato o dato in affido preadottivo tra il 1 Gennaio 2018 e il 31 Dicembre 2018 e con un ISEE non superiore ai 25.000 euro.

Bonus Bebè 2018 VS Bonus Bebè 2017

Rispetto al triennio 2015-2017, il Bonus Bebè 2018 ha una durata annuale e quindi viene corrisposto alla famiglia ogni mese fino al primo anno d'età del bambino o fino al primo anno a partire dall'ingresso del bambino adottato all'interno del nucleo familiare.

Il Bonus Bebè 2017, invece, veniva erogato fino al terzo anno d'età del bambino o fino al terzo anno a partire dalla data di adozione. Chi ha richiesto l'Assegno di natalità nel triennio 2015-2017, continuerà comunque a percepire il Bonus fino al compimento del terzo anno di età del figlio o fino al terzo anno dall'ingresso in famiglia del figlio adottivo.

Quando scade il Bonus Bebè?

Se ti stai chiedendo come ottenere il Bonus Bebè, una delle prime cose che devi sapere è quando scade il Bonus nascita 2018. A questo proposito, sappi che per presentare la domanda hai tempo fino alla fine dell'anno corrente.

Come dicevamo, l'Assegno di natalità può essere richiesto per i bambini nati ( o adottati) entro il 31 Dicembre 2018 e la domanda per il Bonus Bebé può essere inviata fino a 90 giorni dopo la data di nascita o dalla data di ingresso in famiglia del bambino affidato o adottato.

A quanto ammonta il Bonus Bebè 2018?

Come per gli anni precedenti, anche per il 2018 l'ammontare del Bonus Bebè rimane collegato all'ISEE del nucleo familiare. Con ISEE compreso fra i 7.000 euro e i 25.000 euro annui è previsto un Assegno Bebè pari a 960 euro, ovvero 80 euro al mese per 12 mesi. Con ISEE inferiore ai 7.000 euro annui è invece previsto un Bonus nati pari a 1.920 euro, ovvero 160 euro al mese per 12 mesi.

DA LEGGERE: Come funzionano i prestiti per studenti?

Chi ha diritto al Bonus Bebè?

Ma quali sono i requisiti per accedere al Bonus bambino di quest'anno? Per poter accedere a questa forma di sussidio il genitore deve soddisfare i seguenti punti:

1. Essere cittadino italiano oppure cittadino di uno stato UE. Per soggiorni di lungo periodo è inceve richiesto il permesso di soggiorno UE o la carta di soggiorno per il familiare di un cittadino dell'UE non avente la cittadinanza di uno stato membro UE;

2. Essere residente in Italia;

3. Convivenza con il figlio;

4. avere un ISEE del nucleo familiare del richiedente non superiore a 25.000 euro al momento della presentazione della domanda per il Bonus.

Tieni inoltre presente che se il genitore è minnorenne, la domanda dovrà essere presentata a suo nome dal legale che lo rappresenta.

Come richiedere il Bonus nati 2018?

Fatta chiarezza sui requisiti di accesso al Bonus bambino, vediamo ora qual è la procedura da seguire per ottenere il Bonus Bebè 2018.

Se vuoi usufruire di questo sussidio statale, dovrai presentare la domanda online all'INPS. In alternativa, potrai inviare la tua richiesta via telefono tramite Call Center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure chiamando lo 06 164 164 (da rete mobile).

Infine è possibile richiedere il Bonus bambino anche presso gli enti di patronato o gli intermediari dell'istituto attraverso i servizi telematici messi a disposizione da questi ultimi.