È possibile effettuare la cancellazione dal CRIF del proprio nome? Questa è la domanda che ti starai facendo se per qualche motivo sei finito sulla lista dei cattivi pagatori stilata dal CRIF, la Centrale Rischi Finanziari. Se hai sottoscritto un prestito e non sei stato puntuale nei pagamenti, saltando addirittura delle rate, è molto probabile che il tuo nome sia stato già inserito nella lista dei cattivi pagatori. Tuttavia devi sapere che per alcuni casi specifici è possibile richiedere la cancellazione. Vediamo quali.

Cancellazione dal CRIF: come funziona la lista cattivi pagatori

Il CRIF, come abbiamo detto, è il principale ente privato che gestisce il sistema di informazioni creditizie Eurisc, utilizzato dagli istituti di credito di tutta Italia per valutare l'affidabilità creditizia di un soggetto. Il CRIF mette a disposizione degli istituti di credito una lista dove sono riportati i nomi dei cattivi pagatori.

La presenza del tuo nome in questa lista potrebbe rendere più complessa l'erogazione di un  qualunque tipo di prestito, in quanto il tuo finanziatore potrebbe a questo punto considerarti poco affidabile e non essere molto propenso a concederti liquidità, se non a fronte di ulteriori forma di garanzie

L'iscrizione alla lista dei cattivi pagatori avviene quando risulti ancora insolvente relativamente ad uno dei prestiti che hai stipulato in passato. In questo caso l'unico metodo per ottenere la cancellazione dal CRIF è regolarizzare la posizione pagando il debito residuo, ma anche in questo caso sono previste delle precise tempistiche.

 

  • Per i mancati pagamenti di 1 o 2 rate: bisognerà attendere 12 mesi dalla data in cui si regolarizzano i pagamenti a condizione che i pagamenti siano sempre regolari nei 12 mesi successivi.
  • Per i mancati pagamenti di 3 o più rate: bisognerà attendere 24 mesi dalla data in cui si regolarizzano i pagamenti a condizione che i pagamenti siano sempre regolari nei 24 mesi successivi.
  • Per i finanziamenti non rimborsati: bisognerà attendere 36 mesi dalla data di estinzione prevista o dalla data in cui l'istituto di credito ha fornito l'ultimo aggiornamento

 

DA LEGGERE: Cosa significa Credito al Consumo?

Cancellazione dal CRIF: come fare nel caso di dati errati

Se sei stato segnalato nella lista cattivi pagatori del CRIF per sbaglio, allora sappi che c'è un modo alternativo per poter richiedere la cancellazione. Se, infatti, la banca o l'istituto di credito ha segnalato erroneamente una tua insolvenza, allora puoi richiedere la cancellazione del tuo nome dalla lista in tutta autonomia, procedendo con la richiesta di una visura nella banca dati.

In questo casi potrai seguire due metodi:

  • rivolgerti all’istituto di credito: e ottenere direttamente l’eventuale modifica dei tuoi dati in EURISC.
  • rivolgerti al CRIF presentando la tua richiesta. In questo caso bisognerà attendere 15 giorni per conoscere l’esito delle verifiche. Se i controlli dovessero richiedere un tempo superiore, il CRIF potrà limitare la visibilità dei dati oggetto di verifica a chiunque consulti il SIC. La visibilità dei dati sarà limitata per tutto il tempo necessario per la chiusura della pratica in modo definitivo.