Richiedere un prestito personale per affrontare le cure dentistiche è ormai una soluzione adottata da molti. Richiedendo un finanziamento per le spese mediche è infatti possibile ottenere la liquidità necessaria per affrontare una spesa improvvisa o molto elevata, senza dover rinunciare alle cure. Il vantaggio di questa soluzione riguarda la possibilità di restituire la cifra ottenuta attraverso il pagamento di rate mensili proporzionali alla propria situazione reddituale.

Finanziamento per cure dentistiche: di cosa si tratta

Le cure mediche rappresentano una delle principali voci di spesa ricorrenti per molte famiglie italiane. Le cure dentistiche, in modo particolare, rientrano tra le motivazioni più diffuse che spingono molte famiglie a rivolgersi agli istituti di credito per richiedere la somma necessaria per affrontare la spesa preventivata.

Il finanziamento per le cure dentistiche rappresenta una particolare tipologia di prestito pensata proprio per darti la possibilità di affrontare spese mediche dagli importi piuttosto elevati con la possibilità di restituire la somma richiesta attraverso il pagamento rateizzato.

DA LEGGERE: Certificato di stipendio: il documento per richiedere un prestito

Finanziamento dentista: le formule previste di prestito

In casi del genere è possibile scegliere due strade per la richiesta di un finanziamento. La prima prevede l'utilizzo di un prestito finalizzato, la seconda di un prestito per liquidità. Il prestito finalizzato è spesso offerto direttamente nella clinica in cui ti sottoporrai all'intervento, grazie a degli accordi sottoscritti tra gli istituti di credito e il centro in cui viene effettuata la prestazione medica. La somma richiesta viene spesso riconosciuta in tempi estremamente celeri.

Il prestito di liquidità, invece, offre la stessa rapidità di accesso alla linea di credito ma con l'opportunità di richiedere una quota di denaro aggiuntiva rispetto alla spesa medica. Questa soluzione potrebbe essere sensata per coprire eventuali interventi secondari non previsti durante la fase di richiesta del credito. Ovviamente in entrambi i casi è necessario offrire delle garanzie per riuscire a coprire l'ammontare delle rate per colmare il debito.

Le garanzie richieste in entrambi i casi sono: una fonte di reddito certo da lavoro o da pensione, sinonimo di una buona affidabilità creditizia. Un esempio di finanziamento per far fronte alle spese odontoiatriche è quella messa in piedi dalla Fondazione Enpam (Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Medici e degli Odontoiatri).

Come scegliere il finanziamento giusto?

Come consigliato per tutti i finanziamenti, anche in questo caso occorre verificare le condizioni contrattuali prima della sottoscrizione del contratto. Nello specifico bisognerà verificare: i tassi d'interesse, l'importo della rata di rimborso e la durata del contratto, la presenza di eventuali coperture assicurative e infine l'applicazione di eventuali penali in caso di estinzione anticipata del prestito.