Vuoi avere un'idea delle tue probabilità di ottenere un finanziamento? Ti hanno rifiutato un prestito e vuoi capire perché? Hai il dubbio di aver ricevuto una segnalazione come cattivo pagatore? In tutti e tre questi casi è una buona idea fare richiesta a CRIF di ottenere la visura dei propri dati creditizi.

Il CRIF, che ha sede a Bologna, è infatti una delle principali Centrali Rischi italiane, e conserva nel suo database le informazioni su tutti i finanziamenti richiesti ed erogati a consumatori ed imprese. Oltre ai cattivi pagatori, i dati in possesso di questa società privata riguardano i creditori con posizione neutra - coloro che avanzano una richiesta di pagamento - o posizione positiva - in regola con i pagamenti di finanziamenti passati -.

Sono gli istituti di credito stessi a dare al CRIF questi dati, per poi poterli verificare nel momento in cui devono valutare una richiesta di finanziamento. In Eurisc, il Sistema di Informazione Creditizia gestita dal CRIF, sono quindi raccolte le informazioni sulla storia creditizia di tutti i privati e delle imprese italiane.

Ecco perché avere accesso ai propri dati può essere estremamente importante. Aver ricevuto una segnalazione CRIF, equivale a ridurre o eliminare del tutto le possibilità di ottenere un prestito. I tempi di permenenza in queste "liste"diventano molto lunghi per i casi più complessi. Infatti per ottenere la cancellazione di una segnalazione come cattivo pagatore bisogna attendere dei tempi tecnici, a seconda dei casi. In questo articolo ti spiegheremo quindi come fare richiesta per ottenere la visura CRIF dei tuoi dati.

Come fare la richiesta CRIF online?

Effettuare la richiesta CRIF è piuttosto semplice e prevede delle tempistiche ridotte anche grazie alla possibilità di inoltrare la domanda di visura online. Infatti per accedere ai tuoi dati registrati in CRIF ti basterà collegarti al sito www.crif.it ed eseguire le seguenti operazioni. 

Scaricare il modulo di richiesta Crif

Una volta collegato al sito, dovrai accedere alla sezione dedicata, compilare il form e quindi scaricare il modulo Crif vero e proprio, che dovrai stampare e compilare in ogni sua parte.

Inviare la richiesta al CRIF tramite il modulo online 

Dovrai indicare il tipo di verifica che desideri indirizzare a CRIF, i tuoi dati anagrafici e la modalità con cui vuoi ricevere le informazioni (posta/mail/fax). Per ottenere una risposta tempestiva, ti consigliamo di indicare la modalità tramite e- mail. A questo punto dovrai semplicemente inviare tramite posta il modulo di richiesta CRIF compilato e firmato alla sede CRIF di Bologna. Potrai farlo direttamente online, cliccando su "Controlla la tua richiesta" nella pagina dove hai scaricato il modulo. Qui di seguito i recapiti da utilizzare per inviare la richiesta di visura: 

  • fax: 051/ 6458940 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.00)
  • e-mail: info.consumatori@crif.com
  • indirizzo postale: CRIF S.p.A. Ufficio Relazioni con il pubblico, via Zanardi 41 - 40131 Bologna

LEGGI ANCHE: Prestito rifiutato: cosa fare se la banca rifiuta la richiesta?

Quanto costa la visura Crif?

Il CRIF fornirà il riscontro entro 15 giorni dal ricevimento della richiesta. La documentazione che riceverai sarà relativa alla tua storia creditizia ed eventualmente alle informazioni provenienti da Uffici di Pubblicità Immobiliare (es. ipoteche legali).

La visura Crif è a pagamento e comporta un costo diverso a seconda che vengano rilevate o meno informazioni sul tuo conto:

  • se ci sono informazioni a tuo nome l'accesso ai dati CRIF ti costerà 4 euro;
  • se non c'è nessuna informazione creditizia relativa, la visura CRIF comporterà un pagamento pari a 10 euro.

L'importo da versare è da intendersi IVA inclusa e ti sarà comunicato nella lettera di riscontro inviata da CRIF in seguito alla tua richiesta di informazioni. Dovrai effettuare il pagamento entro 15 giorni dal ricevimento della comunicazione, utilizzando il codice a barre inviato presso i punti vendita SisalPay, oppure comodamente online con carta di credito seguendo le istruzioni che troverai nella pagina www.modulopagamento.crif.com.

Come verificare lo stato della tua richiesta CRIF?

Sul sito CRIF c'è un'apposita sezione che puoi utilizzare per controllare lo stato di avanzamento della tua richiesta. Andando su www.modulorichiesta.crif.com potrai infatti verificare lo stato di analisi della tua richiesta CRIF, ma solo inserendo il tuo codice fiscale e il numero della pratica presente nella mail che hai ricevuto al termine della procedura online.

Nuovo servizio Mettinconto di CRIF: come funziona?

Da qualche tempo CRIF ha reso disponibile anche un nuovo servizio, chiamato Mettinconto, che rende più veloce l'accesso ai tuoi dati sul SIC (sistema di informazione creditizia). Utilizzandolo, infatti, potrai ottenere entro 48 ore un resoconto della tua situazione creditizia, completo di un'analisi che stimerà la tua affidabilità. Potrai così avere in anticipo un'idea di come gli istituti di credito valuteranno la tua richiesta di finanziamento. Rispetto al sistema tradizionale di visura CRIF, il costo è però più alto: 35 euro.

Oltre ad una procedura velocizzata per la visura, Mettinconto fornisce anche un calcolatore per trovare l'equilibrio finanziario migliore per il tuo bilancio domestico, e offre assistenza personalizzata per aiutarti a gestire la tua situazione creditizia. Insomma, è il servizio ideale se hai intenzione di richiedere un finanziamento e vuoi essere sicuro di essere nelle condizioni giuste per farlo.