Calcolo Rata Prestito: trova il miglior finanziamento

Confronta i finanziamenti delle migliori banche e richiedi on line il prestito migliore

Inserisci i dati

Scopri il risparmio

/
/
Oppure contattaci al seguente numero:
02 365 718 53
Lun-Ven  9-13 / 14-18

Come calcolare la rata di un prestito?

Scopri cosa pensa la community:
Calcolo Rata Prestito: richiedi un preventivo gratuito 4,00 su 5 in base a 1 valutazioni. 1 recensioni.
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Prima di sottoscrivere un contratto per un finanziamento è molto importante conoscere l’importo della rata di rimborso. Calcolare la rata di un prestito in anticipo consente non solo di avere un’idea più precisa della fattibilità dell’operazione, ma anche di valutare la convenienza della formula scelta. Attraverso il calcolo della rata del finanziamento è possibile capire se l’importo della rata è sostenibile rispetto al reddito attuale, e soprattutto conciliabile con tutte le altre spese ricorrenti.

 

 

Rata prestito: quali sono le principali voci di spesa?

Prima di rivolgersi ad un istituto di credito è importante definire l’importo di cui si ha bisogno e la durata del contratto di finanziamento, ovvero in quanti anni si è disposti a restituire la somma richiesta. In base a questi due fattori verrà determinato anche l’importo delle singole rate e la loro frequenza di pagamento.

Oltre alla somma di denaro richiesta, quando si richiede un prestito occorre considerare altre variabili, ovvero tutte quelle voci di spesa che vengono prese in considerazione quando si effettua il calcolo del finanziamento. Le principali riguardano proprio i tassi d’interesse del prestito, rappresentati dal TAN (Tasso Annuo Nominale) e dal TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale).  Infatti l’importo della rata di rimborso del prestito è sempre costituita da una quota di capitale, ovvero la somma richiesta all’istituto di credito, e da una quota di interesse. Ecco cosa sono i tassi d'interesse di un prestito:

- il TAN rappresenta il tasso d’interesse “puro”, ovvero il compenso richiesto dalla banca per prestare una somma di denaro per un certo periodo di tempo.

- Il TAEG si riferisce al costo complessivo del finanziamento su base annua, quindi include il Tan e tutti i costi accessori necessari per ottenere il finanziamento, come: i costi di istruttoria, di apertura e chiusura della pratica, eventuali polizze assicurative, bolli statali ed anche gli interessi di mora.

Attenzione: anche i presiti a “tasso zero” possono includere delle spese extra nel calcolo della rata. Per queste tipologie di finanziamenti il TAN sarà pari a zero ma il TAEG potrebbe avere comunque un peso, includendo tutte quelle spese legate alla gestione dell’operazione.  Per questa ragione occorre sempre prestare attenzione ad entrambe le voci, dal momento che potrebbero variare anche in base all’istituto di credito prescelto.

Data l’ampia offerta del mercato creditizio, per scegliere la soluzione di finanziamento più vantaggiosa occorre sempre confrontare le condizioni previste da più soluzioni di finanziamento, includendo nella valutazione anche i prestiti online veloci, in grado di garantire l’erogazione del denaro anche entro 24/48 ore e in totale sicurezza.

Torna su

 

Come avviene il rimborso di un finanziamento?

Le modalità e le tempistiche di rimborso di un prestito saranno indicate nel piano di ammortamento. Un documento in cui sarà indicato il numero delle rate da pagare, l’importo di ognuna, la loro composizione (ovvero la quota capitale e la quota interessi), la data di pagamento e il debito residuo per ogni scadenza.

La maggior parte degli istituti di credito italiani adotta un piano di ammortamento alla francese che prevede il pagamento di rate mensili dall'importo costante - se il finanziamento prevede un tasso fisso - in cui prevale inizialmente la quota di interessi. Nel corso del finanziamento la parte relativa agli interessi andrà progressivamente a ridursi a favore della quota di capitale che invece aumenterà.

La quasi totalità degli istituti di credito adottano questa modalità di rimborso per assicurarsi il rapido recupero degli interessi già nella prima parte del finanziamento. Il pagamento delle rate avviene nella maggior parte dei casi attraverso l’addebito automatico sul conto corrente dell’intestatario del contratto, tuttavia non è esclusa la possibilità di effettuare i pagamenti delle rate anche tramite dei bollettini postali. La frequenza delle rate è nella maggior parte dei casi mensile, ma è possibile richiedere un piano di ammortamento con scadenze trimestrali e semestrali.

Torna su

 

Come calcolare la rata di rimborso di un prestito?

Il metodo più rapido ed efficace per calcolare la rata di rimborso di un prestito prevede l’impiego di calcolatori per finanziamenti online, come quello proposto da SuperMoney. Inserendo alcune informazioni in merito al prestito desiderato (importo, finalità, durata) e alla propria situazione finanziaria/creditizia, sarà possibile ricevere gratuitamente un preventivo del finanziamento in cui sarà indicato non solo l’importo della rata, ma anche le principali caratteristiche del finanziamento e gli istituti di credito più vantaggiosi del mercato.

Torna su

 

Domande frequenti?

Come abbassare la rata di un prestito?

Perchè i prestiti on line sono più convenienti?

Come si calcola la rata di un prestito con i comparatori on line

Finanaziamento auto: come funziona e quale scegliere?

Prestiti: come scegliere la giusta soluzione di finanziamento?

 

Torna su

Leggi tutti i commenti


Ottimo strumento per calcolare la rata del prestito!!! Una volta compilato il form ti dice subito a quanto ammonterà la rata!
09-nov-2017
Il tuo voto4