Trova il prestito con la rata più bassa

Come la legge tutela il consumatore? - Intervista a Ovidio Marzaioli

Tutela legale del consumatore. A che punto è la legislazione italiana? Lo abbiamo chiesto a Ovidio Marzaioli, vicesegretario generale del Movimento Consumatori. C'è ancora molta strada da fare, però, per tutelare il consumatore.

Intervista a Ovidio Marzaioli, vicesegretario generale del Movimento Consumatori, durante OIC Lab - Laboratorio per l'etica consumeristica

Tutelare legalmente il consumatore, soprattutto il consumatore del web, il consumatore dell'E-commerce, il consumatore della new economy è fondamentale per un Paese che si vuole dire democratico. Sempre più spesso, inoltre, molti consumatori si affidano al web nei loro acquisti, soprattutto per comparare servizi bancari e prestiti, risparmiando. Ma questo nuovo quadro economico pone nuove sfide al legislatore nella tutela del consumatore e nuovi rischi per il consumatore stesso.

Il decreto legislativo 21, "riguardante il recepimento specifico della tutela dei diritti dei consumatori", è al centro della discussione fra le Associazioni dei consumatori e le aziende, che si è tenuta anche nella seconda parte dell'OIC Lab - Laboratorio per l'etica consumeristica. Altro aspetto critico è quello del recepimento della direttiva europea sulle ADR, le Alternative Dispute Resolution, quel tipo di azione che servirà a ridurre i carichi dell'ordinamento giudiziario italiano, in grandissima crisi. Ci sono 9 milioni e mezzo di cause in sospeso fra civili e penali in Italia, con una forte ostruzione agli investimenti esteri in Italia. Gli imprenditori non vogliono investire in Italia per la legislatura troppo lenta e asfissiante.

La crisi italiana, di questo passo, si sta trasformando in una crisi non solo economica, ma anche morale ed etica. Il dato nazionale di disoccupazione giovanile supera il 40%. Le Associazioni dei consumatori insieme alle imprese più capaci e sveglie devono comunicare per migliorare la situazione economica italiana. Il bene comune va tutelato, così come va tutelato il consumatore. Per farlo bisogna trovare il modo giusto di comunicare, il modo giusto di discutere fra aziende e consumatori, evitando i contenziosi che bloccano l'economia italiana. 

La legislatura in fatto di tutela del consumatore va sbloccata. Si stanno facendo grossi passi in avanti in questo senso ma c'è ancora molto da fare. Qui si gioca una sfida non solo per le aziende, che così potranno contare sugli aiuti e il supporto di investitori stranieri, ma anche per il consumatore, che non potrà dirsi tutelato finchè non potrà contare su un sistema giuidico veloce e sicuro.