SuperMoney
800 032424

Da rete fissa
800 032424

Da rete mobile
02 3657 1853

Lun-Ven • 9-13/15-19

Prestiti per cattivi pagatori

Ti siamo stati utili?
Raccomandaci
su Google

Cosa sono i finanziamenti per i cattivi pagatori?

I prestiti per cattivi pagatori sono un specifica tipologia di prestiti destinata a chi in passato ha avuto disguidi finanziari, come ritardo nei pagamenti delle rate o casi di insolvenza. Le banche non concedono facilmente credito a persone con una cattiva reputazione creditizia, ecco perché esistono i prestiti per cattivi pagatori.

I prestiti per cattivi pagatori in genere vengono erogati da società ed intermediari specializzati, che concedono credito attraverso la cessione del quinto dello stipendio, il prestito delega oppure attraverso formule di prestito cambializzato.

Chi sono i cattivi pagatori

Essere cattivi pagatori significa essere inseriti nelle cosiddette "liste dei cattivi pagatori" compilate dalle Centrali di Rischi, che hanno lo scopo di segnalare alle banche coloro che hanno provveduto in ritardo al pagamento dei propri debiti o sono risultati insolventi. Le occasioni principali in cui si viene segnalati come cattivi pagatori sono: il mancato pagamento di una o più rate di un finanziamento, il sequestro di uno o più beni, l'emissione di assegni scoperti senza provvedere a pagare la cifra mancante nei tempi previsti dalla legge. In seguito a queste circostate il cattivo pagatore risulta inserito per un periodo di massimo 5 anni nelle "liste dei cattivi pagatori" e potrebbe quindi incontrare grosse difficoltà nell'accettazione delle richieste di prestiti. Per le banche e gli istituti di credito concedere prestiti ai cattivi pagatori è considerato rischioso, perché queste persone vengono ritenute potenzialmente insolventi.

Le tipologie di prestito destinate ai cattivi pagatori

Le banche prevedono alcune tipologie specifiche di prestiti per cattivi pagatori: la cessione del quinto è una di queste. Tramite la cessione del quinto, infatti, si possono ottenere prestiti per cattivi pagatori, perché lo stipendio del richiedente (qualora abbia una busta paga fissa) costituisce la garanzia sufficiente perché la banca conceda un prestito.

Chi non può contare su uno stipendio fisso mensile potrebbe incontrare maggiori difficoltà ad ottenere un prestito per cattivi pagatori. In questo caso le soluzioni possono essere due: utilizzare i propri beni come garanzia del finanziamento, oppure ricorrere alla fideiussione, che prevede l'intervento di un garante che sia responsabile del pagamento delle rate se il debitore non è in grado far fronte ai propri impegni con la banca.

Prestiti: le ultime news

Abi: +42,4% sui mutui e +9,5% sul credito al consumo

16-04-2015

Aumenta l'erogazione del credito e calano ulteriormente i tassi d'interesse, il nuovo rapporto mensile Abi sui prestiti

Supermoney News

Bonus mamme: dal 10 aprile è legge

15-04-2015

Con il bonus mamme si potrà ricevere un assegno mensile compreso tra gli 80 e i 160 euro

Supermoney News

Prestiti: sofferenze bancarie in preoccupante crescita

13-04-2015

Unimpresa sottolinea come le banche debbano aiutare famiglie e imprese per evtiare un ulteriore aumento delle sofferenze

Supermoney News
Documento senza titolo