I finanziamenti con cessione del quinto dello stipendio o della pensione sono delle soluzioni di prestito personale sempre più richieste da chi desidera una liquidità extra utile da rimborsare alla banca, come dice la parola, attraverso la cessione di 1/5 dello stipendio netto o della pensione dell'intestatario del prestito.

Se anche tu sei interessato a questa soluzione creditizia, prima di richiederla in banca è buona cosa essere aggiornati sulla normativa cessione del quinto. Ovvero sulle leggi che regolano i finanziamenti contro cessione del quinto. Continua quindi a leggere questo articolo per capire quali sono le normative che sanciscono la concessione di questo prodotto di credito al consumo.

Leggi sulla cessione del quinto: quali sono le norme in vigore?

Come dicevamo, se hai intenzione di richiedere un finanziamento con cessione del quinto, conoscere la normativa sulla cessione del quinto ti potrebbe tornare particolarmente utile, ad esempio per non imbatterti in brutte sorprese.

Cominciamo con il dire che le normative sulla cessione del quinto che regolano questo tipo di finanziamento, troviamo innanzitutto l'articolo 1260 del Codice Civile dove si legge:

Il creditore può trasferire a titolo oneroso o gratuito il suo credito, anche senza il consenso del debitore, purché il credito abbia carattere strettamente personale, o il trasferimento non sia vietato dalla legge. Le parti possono escludere la cedibilità del credito, ma il patto non è opponibile al cessionario, se non si prova che egli conosceva al tempo della cessione.

Questo punto del Codice sancisce quindi anche la possibilità di ricevere da un istituto bancario un prestito. In particolare, l'obbligazione del cedente sarà quella di garantire il credito al momento della cessione mentre il cedente (la banca, in questo caso) non risponderà dell'eventuale inadempimento del contraente.

Cessione del quinto dello stipendio: quali sono gli obblighi del datore di lavoro?

Il funzionamento vero e proprio della cessione del quinto dello stipendio e della pensione è invece regolato dal DPR numero 180, risalente al 5 gennaio 1950 e successivamente integrato dalle normative 311/2005 e 80/2005.

In particolare, queste sanciscono come funziona la cessione del quinto dello stipendi. Qui troviamo quindi tutti i riferimenti utili ad esempio in materia di cessione del quinto dello stipendio ed obblighi del datore di lavoro. A questo proposito, è importante sapere che quest'ultimo non può rifiutare la cessione del quinto in quanto si tratta di un diritto del lavoratore. Detto altrimenti, se possiedi i requisiti necessari per ottenere questa forma di prestito, il tuo datore di lavoro non potrà opporsi in alcun modo.

Qualora avessi l'esigenza di capire più nel dettaglio come funziona la cessione del quinto ti consigliamo inoltre di dare un'occhiata anche alla guida sulla cessione del quinto di SuperMoney.

DA LEGGERE: Calcolo rata per la cessione del quinto 2017

Normativa Banca d'Italia cessione del quinto

Un altro punto di riferimento in materia di cessione del quinto e normative è rappresentato dalla Banca d'Italia. Un buon metodo per rimanere al passo con le nuove disposizioni promulgate riguardo i finanziamenti contro cessione del quinto è infatti quello di consultare il portale online di Bankitalia, nella sezione dedicata alla Cessione del quinto dello stipendio o della pensione.

Qui potrai trovare tutte le comunicazioni pubblicate su questo tema e consultarle in formato pdf. Infine, l'ultima normativa sulla cessione del quinto che ti segnaliamo è la Direttiva 2008/48/CE del Parlamento Europeo relativa ai contratti di credito ai consumatori e avente come finalità quella di armonizzare le disposizione nazionali e di garantire una maggiore trasparenza in termini contrattuali.