Sempre più giovani scelgono di lavorare nel settore primario, magari avviando un'attività in proprio che promuova tecniche di coltivazione più responsabili e sostenibili. In questo senso, i finanziamenti per l'agricoltura sono un'opportunità preziosa per chi necessita di un aiuto economico per poter avviare o far crescere il proprio progetto agricolo. Anche per il 2017 il segmento dei finanziamenti supportati dallo Stato ha delle proposte interessanti per gli under 40: vediamole nel dettaglio!

Finanziamenti agricoltura: le novità del 2017

I finanziamenti per l'agricoltura sono ormai da anni un ottimo sistema per entrare nel settore in modo facilitato. Proprio sul settore primario, e nello specifico su quello agricolo, puntano praticamente tutti, a partire dall'Unione Europea fino ad arrivare allo Stato, nonché alle Regioni specifiche.

Tutti gli organi citati hanno da sempre predisposto dei sistemi facilitati per poter ottenere delle agevolazioni per il lancio di una nuova azienda agricola. L'agricoltura è infatti un campo dove la richiesta è sempre elevata e le opportunità lavorative per i giovani sono davvero tantissime.

Per tutti coloro che hanno dai 18 anni compiuti fino ai 39 anni è previsto un sistema di richiesta, sotto forma di bando nazionale, offerto dall'ISMEA. Quest'ultimo non è altro che l'Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare, ente pubblico nato dall'accorpamento dell'Istituto per Studi, Ricerche e Informazioni sul Mercato Agricolo e della Cassa per la Formazione della Proprietà Contadina nel 1999.

Grazie all'ISMEA è infatti possibile accedere al nuovo bando pubblico per il 2017 pensato per i giovani che intendono insediarsi per la prima volta nel settore dell'agricoltura. La cifra complessiva erogabile per tutti i soggetti idonei che accedono al bando è di ben 65 milioni di euro, dei quali solo 5 milioni sono destinati esclusivamente a tutti i residenti all'interno dei comuni terremotati protagonisti del forte sisma del 2016.

L'importo erogabile per i richiedenti è suddiviso in lotti:

  • Lotto 1: comprende Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Valle d'Aosta, Veneto, Lazio, Marche, Toscana e Umbria e ad esso sono destinati 30.000.000 euro.
  • Lotto 2: comprende Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e ad esso sono destinati 30.000.000 euro.
  • Lotto 3: comprende tutti i comuni terremotati (quelli presenti nella Legge 15 dicembre 2016, n. 229) e ad esso sono dedicati ben 5.000.000 di euro.

Cosa consente di avere però, nel concreto, questo tipo di bando? Per tutti i richiedenti ritenuti idonei è previsto un contributo in conto interessi a fondo perduto, calcolato sviluppando un piano di ammortamento con capitale e tempo uguale al finanziamento richiesto per aprire l'attività, ma con interessi agevolati.

Da considerare inoltre che per tutti gli under 40 è prevista, come agevolazione, l'esenzione al versamento dei contributi previdenziali per 3 anni.

DA LEGGERE: Finanziamenti a fondo perduto per aprire una pensione per animali

Come richiedere un finanziamento per un'attività agricola?

Quali sono i requisiti per ottenere le agevolazioni ISMEA? Oltre all'età, è necessario essere ovviamente cittadini italiani, residenti in Italia, essere qualificati nel settore agrario con titolo di studi e almeno due anni di esperienza.

Per accedere al bando è necessario compilare il modulo online sul portale ISMEA. Non dimenticare però che, oltre a queste agevolazioni, è possibile accedere a svariati fondi regionali che variano, per forza di cose, da Regione a Regione. Per approfondire maggiormente puoi quindi provare a consultare la sezione dedicata sul portale web della tua Regione.