Il prestito ipotecario vitalizio è una particolare tipologia di finanziamento rivolta a coloro che hanno un'età superiore ai 60 anni e sono proprietari di un immobile residenziale. Se quindi sei alla ricerca di soluzione per avere della liquidità extra e possiedi questi due requisiti, tra le varie soluzioni di finanziamento proposte dagli istituti di credito potrai senza dubbio valutare il prestito vitalizio ipotecario.

In questo articolo ci occuperemo di quello proposto da Deutsche Bank, fornendoti tutte le informazioni utili per farne richiesta: ovvero indicandoti quali sono i requisiti richiesti, i tassi di interesse applicati e le scadenze.

Prestito vitalizio ipotecario Deutsche Bank con PatrimonioCasa: di cosa si tratta

Tra i finanziamenti vitalizi attualmente proposti dagli istituti di credito, il prestito vitalizio ipotecario di Deutsche Bank potrebbe essere la soluzione che fa per te. Per questa tipologia di prodotto, l'istituto di credito propone la formula PatrimonioCasa. Questa soluzione di Deutsche Bank non è altro che un finanziamento che impiega come forma di garanzia l'ipoteca di primo grado sull'immobile, concessa dalla stessa Banca a tutti i richiedenti di età superiore ai sessantacinque anni.

Senza alcun piano di ammortamento rateale, il contratto PatrimonioCasa prevede l'erogazione della somma richiesta in una sola unica soluzione. In caso di cointestazione del prestito, la durata ammonterà alla vita del contraente più longevo. L'immobile concesso in garanzia deve rappresentare obbligatoriamente la residenza principale degli intestatari del contratto o la dimora principale del singolo contraente.

L'importo finanziabile dal prestito vitalizio ipotecario Deutsche Bank è variabile e oscilla in un range che va dal 14% fino ad un massimo del 52% del valore dell'immobile, stabilito ovviamente tramite una perizia. Tale variazione è determinata sulla base dell'età soggetto richiedente, tenendo in considerazione la differenza di genere (maschio o femmina) e di stato civile (libero o coniugato).

In caso di coppia, l'importo massimo viene calcolato prendendo come riferimento il soggetto più giovane. Maggiore è l'età e più alta sarà la percentuale finanziabile, partendo da un 14% per una coppia di 65 anni fino al valore massimo del 52% per un maschio singolo di 95 anni.

DA LEGGERE: Tassi d'interesse cessione del quinto: tutte le informazioni sul TAEG e TAN

Prestito vitalizio ipotecario Deutsche Bank: rischi e interessi

Parlando di rischi, il prestito vitalizio ipotecario prevede un piano di rimborso, chiamato nello specifico "ereditario". Ciò significa, ovviamente, che alla morte del contraente il saldo del debito passerà agli eredi, i quali dovranno effettuare il saldo in un'unica soluzione, comprensiva dei tassi di interesse accumulati annualmente. Qualora non fosse possibile saldare l'intero importo, la banca procederà con la messa in vendita dell'immobile ipotecato.

Questo tipo di prestito viene erogato con un tasso di interesse fisso, impedendo di beneficiare di eventuali abbassamenti dei tassi di mercato fino alla fine del finanziamento. Ad un TAEG dell'8,9% basato sul tasso medio globale e sulle aspettative di vita del contraente, si aggiungono altre spese come le imposte per la stipulazione del contratto e per l'assicurazione sull'immobile ipotecato.

Il contratto è comunque estinguibile in maniera anticipata rispetto ai termini precedentemente descritti a partire dal diciannovesimo mese dalla stipulazione, con il pagamento conseguente del debito maturato a cui si aggiunge l'interesse calcolato in base alla differenza tra il tasso di riferimento iniziale e quello finale.

Allo stesso modo l'estinzione può essere richiesta anche dalla banca, in caso di irregolarità nel contratto o in caso di aspettative insufficienti per quanto riguarda il successivo piano di rimborso del finanziamento.