Se sei alla ricerca di un prestito che ti consenta di ottenere 100.000 euro, in questo articolo puoi trovare alcune proposte interessanti che potrai selezionare in base alle tue necessità. Infatti, sebbene i finanziamenti siano diventati delle valide soluzioni molto diffuse quando bisogna affrontare un grande progetto o una spesa improvvisa, è importante che vengano selezionati in base alla propria situazione finanziaria. Solo in questo modo è possibile evitare future complicazioni

Prestito 100.000 euro: quali sono le condizioni e i possibili rischi?

In termini di fattibilità e rischi, un prestito 100.000 euro può essere una soluzione complicata sia per il richiedente sia per la stessa Banca o finanziaria. Non sono molte, infatti, le soluzioni che permettono l'accesso ad un credito così elevato, spesso nemmeno con la cessione del quinto a meno della presenza di un garante che possa semplificare l'autorizzazione alla tua richiesta.

Eccezion fatta per i finanziamenti a lungo termine, come ad esempio i mutui ipotecari per l'acquisto o il mantenimento di una casa, esistono comunque delle strade percorribili per fare richiesta di un prestito fino a 100.000 euro, anche se in questo caso sono da tenere in considerazione diversi fattori.

Prima di tutto, la maggior parte delle soluzioni disponibili per simili cifre è finalizzata ad un bene specifico, spesso l'acquisto o la ristrutturazione di una casa, o alla realizzazione di grandi progetti. Un altro aspetto da tenere in considerazione riguarda i tassi di interesse, che il più delle volte vengono proposti sia in forma fissa sia variabile al di sopra dei 50000 euro. Tuttavia il loro livello potrebbe superare quello di un comune mutuo, almeno per quanto riguarda il supporto all'acquisto di una casa. Vediamo, in ogni caso, alcune proposte di prestito 100.000 euro.

PerTe Exclusive: la proposta di Intesa Sanpaolo

Nonostante le avvertenze sopra descritte, anche tra i prestiti personali, senza la finalità dell'acquisto di un bene specifico o del supporto ad un'attività professionale, esiste la possibilità di richiedere una somma molto elevata, fino a 300.000 euro. Questa soluzione prende il nome di Prestito PerTe Exclusive ed è offerta da Intesa Sanpaolo.

Prestito PerTe Exclusive permette di fare richiesta di finanziamento che oscilla da un minimo di 75.000 fino ad un massimo di 100.000 euro ed è rivolto a tutte le persone fisiche con età dai 18 a 80 anni. La durata del prestito varia da un minimo di 24 mesi fino ad un massimo di 180 mesi, con un piano di rimborso selezionabile tra tassi di interesse fissi o variabili. In entrambi i casi stiamo parlando di prestito pignoratizio, con un tasso fisso - prendendo come esempio un prestito di 100000 euro per 10 anni - TAEG 9,99% e TAN 9,45%. Nel caso di tasso variabile, invece, il TAEG è fissato al 5,26% e TAN determinato dal parametro di indicizzazione più lo spread.

DA LEGGERE: Prestiti velocissimi: cosa sono e come richiederli?

Prestito Ristrutturazione di Unicredit

Per quanto riguarda, invece, i prestiti finalizzati all'acquisto di un bene o ad un progetto specifico, Unicredit può rivelarsi la soluzione più adatta a te con il Prestito Ristrutturazione. Se sei in procinto di ristrutturare la prima o la seconda casa e hai bisogno di un finanziamento che supporti il tuo progetto, la somma che potrai ottenere con questa soluzione oscilla da minimo di 5.000 euro per interventi di piccola entità fino ad un massimo di 100.000 euro per interventi strutturali decisamente più importanti.

Il Prestito Ristrutturazione di Unicredit garantisce, inoltre, il diritto alle detrazioni fiscali previste dal D.L. 63 del 4 giugno 2013 e prorogate dalla Legge di Stabilità, dando accesso ai richiedenti ad un tasso di interesse TAN fisso agevolato del 6,5%. Per accedere a questi tassi promozionali, tuttavia, è necessario presentare un'autocertificazione in cui il richiedente si impegna ad investire il credito erogato specificamente per la ristrutturazione dell'immobile.

La durata del prestito può essere scelta da un minimo di 3 anni fino ad un massimo di 10 anni, con un piano di restituzione gestito tramite addebito mensile sul conto corrente (o su Genius Card ricaricabile per prestiti fino a 30000 euro).