Abiti nella regione Sardegna e ti servono finanziamenti a fondo perduto per avviare un'attività o per far crescere quella che hai già? Se sei alla ricerca di prestiti personali che ti permettano di aprire una nuova attività in Sardegna, devi sapere che esistono diversi bandi regionali tuttora attivi che ti permetteranno di ricevere dei veri e propri prestiti a fondo perduto per dare vita alla tua attività - o migliorarla - senza avere chissà quale peso sulle spalle. In questo articolo ti elenchiamo per filo e per segno come funzionano questi bandi e com'è possibile accedervi.

Finanziamenti a fondo perduto: bando per la regione Sardegna

I vari bandi di cui ti parliamo per ottenere finanziamenti a fondo perduto nella regione Sardegna sono già attivi da mesi e si differenziano in base al tipo di attività che svolgi o che vorresti iniziare a svolgere.

Se sei tra coloro che vogliono aprire una nuova attività devi sapere che per te è previsto un particolare bando che ti permette di ottenere fino a 100.000 euro di voucher per aprire una nuova impresa. Questo bando è destinato a Micro e Piccole Imprese a carattere innovativo, con un piano di avvio convincente tale da permettere l'erogazione del voucher. Questo bando è riferito ai settori dell'agricoltura, del commercio, dell'artigianato, del turismo e del settore industriale. Attraverso questo bando è possibile ottenere voucher dal valore minimo di 15.000 euro, fino ad un massimo di 100.000 euro, a fondo perduto. Il bando rimarrà attivo fino al prossimo 29 dicembre 2017.

DA LEGGERE: Come ottenere un finanziamento a fondo perduto

Finanziamenti a fondo perduto per i titolari di un'impresa

Se sei già titolare di un'azienda e desideri farla crescere, assumendo nuovi lavoratori ed effettuando la loro formazione internamente, allora per te è prevista la possibilità di accedere al bando "Formazione nelle aziende", che ti permette di ottenere contributi a fondo perduto fino al 100%, entro il prossimo 11 aprile. Le categorie di aziende ammesse sono quelle agricole, di artigianato, di commercio, le industrie ed i servizi.

Altri bandi sono previsti per gli imprenditori che operano nel settore degli autotrasporti, i quali hanno la possibilità di accedere ad agevolazioni previste fino al prossimo 15 aprile 2017, in grado di garantire diverse tipologie di contributo in base alla natura dell'impresa. Si parla di un massimo di 7 milioni di euro destinati all'acquisizione (anche tramite locazione finanziaria) di nuovi autoveicoli in grado di trasportare un carico pari o superiore alle 3,5 tonnellate tramite energie rinnovabili; 6,5 milioni di euro per esportare o rottamare al di fuori dell'Unione Europea veicoli ultra-pesanti, superiori alle 11,5 tonnellate, con relativo acquisto di nuovi veicoli maggiormente conformi alle normative sulle energie rinnovabili; 9 milioni di euro per l'acquisizione di rimorchi e 2,5 milioni di euro per casse mobili.

Allo stesso modo sono previsti bandi per chi opera nel settore vinicolo, con contributi a fondo perduto fino al 50% per micro, piccole e medie imprese con meno di 750 lavoratori ed un fatturato annuo lordo inferiore ai 200 milioni di euro, disponibile fino al prossimo 7 aprile 2017. Altri contributi simili sono previsti per il settore dell'agricoltura di precisione, fino al 21 aprile 2017, e per il settore olivitico-oleario, disponibile fino al 3 maggio 2017.