Se desideri realizzare il tuo progetto imprenditoriale e magari diventare il fondatore di una start-up dovrai disporre una buona dose iniziale di denaro. In questi casi, tra i vari prestiti da valutare ti consigliamo di dare un'occhiata ai finanziamenti a fondo perduto. Grazie a queste particolari soluzioni di finanziamento potrai avere accesso ad una somma di denaro avvalendoti di particolari agevolazioni per la fase di restituzione dell'importo. Vediamo nello specifico di cosa si tratta.

Finanziamenti a fondo perduto: di cosa si tratta

Quante volte ti sarà capitato di avere un'idea, un progetto imprenditoriale da voler finanziare ma non avere le risorse economiche per farlo? Se non possiedi il capitale iniziale da investire nella fase di avvio del progetto, l'unica cosa che potrai fare sarà quella di rivolgerti ad un istituto di credito per richiedere un prestito. In questi casi bisogna però fornire all'istituto di credito scelto delle solide garanzie, per dimostrare di essere in grado di restituire la somma richiesta.

Nel caso in cui non avessi tali garanzie o per altri motivi non riuscissi ad ottenere il prestito dalla banca, potrai fare richiesta di un finanziamento a fondo perduto. Questa particolare linea di credito si differenzia da un normale finanziamento in quanto la somma di denaro ottenuta non va restituita.

Occorre subito precisare che i finanziamenti a fondo perduto vengono erogati solo da particolari enti e in particolari momenti e quando il progetto da finanziare dimostra di possedere delle forti opportunità di crescita. Quindi, nel caso in cui la tua idea di business dovesse essere tale da impressionare positivamente tali enti, potresti vedere attivata questa linea di credito per mettere in piedi la tua impresa.

Prima di entrare nel dettaglio, sappi che questi finanziamenti sono spesso indirizzati per favorire l'imprenditoria femminile e giovanile o, più generalmente, la creazione di start-up. In qualunque caso, questi finanziamenti sono richiesti solo da aziende che hanno interesse nell'investire in un particolare settore che viene considerato strategico.

DA LEGGERE: Centrali rischi, ecco cosa sapere prima di richiedere un prestito personale

Finanziamenti a fondo perduto: da chi vengono erogati?

Fondamentalmente questi finanziamenti vengono stanziati dalla Comunità Europea, che affidano allo Stato e alle Regioni dei fondi da investire nella creazione di nuove iniziative con modalità di erogazione diverse. Nella quasi totalità dei casi, però, i finanziamenti vengono attivati direttamente dall'Unione Europea e vengono poi gestiti su base territoriale della Regioni interessate.

I fondi messi a disposizione dalla Comunità Europea sono spesso quelli con le somme più importanti. Per avere una visione chiara dei bandi di concorso presenti al fine di avere accesso a queste linee di credito, il sito dell'Unione Europea ha una voce in merito che ti conviene controllare molto spesso, in modo da poter individuare le iniziative che periodicamente vengono lanciate.

In alternativa puoi anche recarti presso gli uffici della tua Ragione di residenza, o visitare i siti ufficiali, per avere maggiori informazioni a riguardo. In ogni caso sappi che i fondi vengono attivati quasi sempre per particolari settori come l'istruzione, il turismo, l'agricoltura e le nuove tecnologie. I fondi erogati dallo Stato sono invece rivolti ad una categoria differente di lavoratori, spesso disoccupati oppure vogliosi di avviare un'attività imprenditoriale.

Questi, a differenza dei fondi dell'Unione Europea, non vengono erogati di continuo. Anche in questo caso la cosa migliore da fare è quella di restare sempre aggiornati controllando la pagina web del sito della pubblica amministrazione. Se compilare una domanda di richiesta del finanziamento dovesse essere troppo complicato, ti ricordiamo che esistono delle società che ti aiutano nella compilazione e nell'analisi della fattibilità del progetto. Va ovviamente messo in conto il dover investire una piccola percentuale del capitale per pagare il lavoro svolto da queste aziende.