Quando decidi di richiedere un prestito, oltre alla valutazione delle voci di spesa connesse all'apertura e alla gestione del finanziamento, dovrai anche considerare l'ammontare della rata. Richiedere il calcolo della rata del prestito prima della sottoscrizione del contratto, ti consentirà di capire se riuscirai a sostenere il piano di rimborso previsto dall'ente che eroga la liquidità. Tra le altre cose che dovrai valutare preventivamente rientra anche la simulazione in caso di estinzione del prestito, utile per capire quali sono le procedure e gli eventuali costi da sostenere.

Da leggere: Quali sono i costi nascosti di un prestito?

Simulazione per l'estinzione del prestito: cosa valutare prima di inoltrare la richiesta?

Come dicevamo, prima di sottoscrivere qualunque contratto di finanziamento è sempre opportuno conoscere tutte le voci di spese e le procedure adottate dall'istituto di credito sia in caso di estinzione anticipata del prestito, sia nel caso di ritardi o mancato pagamento di una o più rate. In questo articolo ci occuperemo nello specifico dell'estinzione anticipata del prestito, delle procedure da seguire per farne richiesta e degli eventuali costi da sostenere.

Estinguere un debito rispetto al termine concordato con l'istituto di credito offre il grande vantaggio di risparmiare sui tassi d'interesse. Infatti, sebbene le legge consenta di estinguere il debito in qualunque momento, i vantaggi connessi a questo tipo di operazione sono maggiori se decidi di intervenire nei primi mesi/anni del finanziamento. Estinguere il debito quando ormai mancano poche rate alla fine comporta dei vantaggi pressochè nulli.

Il piano di ammortamento previsto dalla maggior parte delle banche italiane – detto alla francese – prevede inizialmente il pagamento degli interessi, che andranno a prevalere sulla quota di capitale richiesto soprattutto nelle prime rate del finanziamento. Per questa ragione ti consigliamo di effettuare una simulazione prima di richiedere l'estinzione del prestito, solo così potrai conoscere l'ammontare del debito residuo e il risparmio complessivo ottenuto.

Ricorda che se decidi di estinguere parzialmente il prestito potrai scegliere tra due possibili soluzioni:

- la prima, diminuire la durata del prestito lasciando invariato l'ammontare della rata;

- la seconda, diminuire l'importo della rata senza modificare la durata del prestito.

L'estinzione anticipata del prestito prevede delle penali?

Un altro fattore che non dovrai dimenticare di valutare prima di inoltrare la tua richiesta riguarda l'eventuale applicazione di costi extra, ovvero di penali. A tal proposito occorre precisare che grazie al Decreto Bersani è stata introdotta un'importante misura a tutela dei risparmiatori. Il provvedimento stabilisce che tutti i finanziamenti e mutui accesi successivamente al 2 febbraio 2007 e finalizzati all'acquisto o alla ristrutturazione di un immobile sono esenti da penali nel caso di estinzione anticipata del debito.

Per tutti gli altri tipi di finanziamenti sono invece previste delle penali secondo le modalità stabilite dall'Istituto di credito prescelto ed espresse nel prospetto informativo nonché all'interno del contratto, che però non potranno mai superare l'importo degli interessi residui. Ricorda che esistono delle particolari coperture assicurative che, se sottoscritte al momento della stipula del contratto, possono tutelarti dal rischio di qualsiasi tipo di penale.