Se sei alla ricerca di un prestito personale potrai valutare anche le soluzioni di Poste Italiane. Una di queste è Prestito BancoPosta, una soluzione pratica e flessibile, che si adatta alle tutti i tipi di richieste: sia piccoli che grandi prestiti. Per richiedere questa particolare soluzione di finanziamento dovrai semplicemente recarti presso un qualsiasi ufficio postale. Inoltre per richiedere un Prestito BancoPosta non dovrai possedere o aprire un Conto Corrente BancoPosta.

Prestito BancoPosta: a chi è rivolto?

Proprio per soddisfare le esigenze di tutte le diverse tipologie di risparmiatori, tutti gli istituti di credito stanno ampliando la loro offerta cercando di elaborare soluzioni che sappiamo garantire un servizio di qualità, affidabile e vantaggioso. Questa stessa direzione è stata seguita anche da Poste Italiane per la creazione del Prestito BancoPosta. Vediamo nello specifico di cosa si tratta e quali vantaggi offre. 

I punti di forza di questa soluzione sono essenzialmente due:

· la possibilità di richiederlo anche se non si possiede un conto corrente BancoPosta;

· un piano di rimborso flessibile, che va da un minimo di 24 mesi fino a 84 mesi.

Per richiederlo dovrai recarti in uno degli uffici postali sparsi sul territorio nazionale dove riceverai il supporto di un consulente qualificato.

In alternativa potrai chiamare il numero gratuito 800.00.33.22 e richiedere un appuntamento con un consulente di Poste Italiane.

DA LEGGERE: Prestiti Poste Italiane: quali sono?

Come funziona Prestito BancoPosta?

L’offerta messa in piedi da Poste Italiane ti permette di richiedere una somma che oscilla dai 3 mila fino ad un massimo di 30.000 euro, che potrai restituire attraverso un piano di rimborso flessibile, che può oscillare da 24 fino ad 84 mesi. Il rimborso prevede una fatturazione mensile, che avviene tramite addebito diretto sul conto corrente BancoPosta, carta PostePay Evolution, conto corrente bancario oppure tramite il pagamento di bollettini postali.

Ovviamente Poste Italiane richiede alcuni requisiti per poter inoltrare la richiesta. Innanzitutto può essere attivato dai residenti in Italia, in possesso di un reddito da lavoro (va bene anche la pensione) dimostrabile e prodotto in Italia. Per inoltrare la tua richiesta dovrai allegare:

una copia del tuo documento di identità valido e attivo;

la tessera sanitaria;

un documento che attesta il tuo reddito.

Nel caso in cui fossero presenti delle richieste specifiche, Poste Italiane può richiedere di entrare in visione di ulteriori documenti. Una volta accettato il prestito personale, la cifra ti verrà accreditato in vari modi:

sul proprio conto corrente BancoPosta, ma solo se ne possiedi uno,

sulla tua PostePay Evolution;

in contanti, direttamente allo sportello ma solo per un importo non superiore ai 10000 euro;

sul tuo libretto di risparmio postale nominativo ordinario;

un conto corrente bancario per un importo non superiore ai 20000 euro.

Poste Italiane prevede inoltre la possibilità di attivare la formula facoltativa Posteprotezione Prestito. Questa permette di tutelare te stesso e la tua famiglia dal rischio di non riuscire a pagare le rate del prestito a causa di eventi imprevisti riguardanti la salute o il lavoro; è sottoscrivibile da lavoratori dipendenti, autonomi e anche da non lavoratori.