I prestiti online rientrano ormai tra le soluzioni di finanziamento più richieste dai risparmiatori nel corso degli ultimi anni. In grado di assicurare degli elevati standard di sicurezza, i prestiti online sono apprezzati soprattutto per i tempi di erogazione più ristretti rispetto alle formule tradizionali. Infatti, grazie alla possibilità di inoltrare la propria richiesta via web e di gestire tutte le fasi successive comodamente dal proprio pc, questa particolare tipologia di prestiti consente di ridurre notevolmente il numero di giorni che passano tra la presentazione della richiesta e l'erogazione del denaro. 

Perché i tempi di erogazione dei prestiti online sono più immediati?

Come dicevamo i tempi di erogazione di un prestito rientrano senza dubbio tra i requisiti maggiormente valutati dai risparmiatori che richiedono un finanziamento. Infatti, oltre ai tassi d'interesse e le varie voci di spesa che ruotano attorno all'erogazione di un prestito, gli utenti valutano con estrema attenzione anche le tempistiche. Un aspetto essenziale soprattutto quando la richiesta della liquidità è connessa ad una spesa improvvisa.

Sebbene l'erogazione di un prestito sia sempre influenzata dalla situazione finanziaria del singolo individuo, è innegabile che le tempistiche dei prestiti online siano decisamente più ridotte. Infatti, un aspetto che sicuramente facilita le procedura di valutazione delle richieste, e quella successiva di erogazione, è proprio la struttura più snella delle banche online. Per inoltrare la propria richiesta, il risparmiatore non deve fare altro che scaricare l'apposita modulistica, allegare tutti i documenti richiesti e attendere qualche giorno.

Dopo quanti giorni viene erogato un prestito online?

I merito al numero di giorni previsti per l'erogazione del denaro, inteso proprio come l'accredito della somma richiesta sul proprio conto corrente, esistono tante possibilità. L'ampia offerta di soluzioni proposte dal web permettono in alcuni casi di ottenere il denaro anche in sole 24 ore. Ovviamente si tratta di valori puramente indicativi, che possono dilatarsi nel caso di situazioni particolarmente complesse o critiche.

Infatti rientrando nella macrocategoria dei prestiti personali, anche per i finanziamenti online è prevista un'attenta valutazione della situazione finanziaria del richiedente, presente e passata. Lo scopo della banca sarà sempre quello di tutelarsi dal rischio di non essere rimborsata. Quindi nel caso in cui dovessero emergere delle criticità, come ad esempio segnalazioni al Crif, la banca dovrà approfondire ulteriormente le sue ricerche, dilatando così le tempistiche.

La maggior parte delle soluzioni di finanziamento online prevedono delle tempistiche abbastanza rapide, che in genere permettono di ricevere la somma desiderata anche in 48/24 ore. Tra gli altri fattori che possono influenzare le tempistiche di erogazione dei prestiti rientra anche l'ammontare della somma richiesta. Infatti per richieste particolarmente elevate la banca potrebbe richiedere più tempo. Per questa ragione le banche online hanno deciso di fissare un limite massimo di 70.000 euro per i prestiti personali.