Richiedendo un prestito si ha la possibilità di riuscire ad affrontare delle spese extra e soprattutto degli imprevisti che, nella maggior parte dei casi, richiedono la disponibilità immediata di una certa liquidità. Per questa ragione una delle principali preoccupazioni dei risparmiatori riguarda appunto le tempistiche, ovvero: quanto tempo ci vuole per ottenere un prestito. Nel caso dei prestiti non è possibile dare un’unica indicazione perché la somma di denaro richiesta può essere emessa attraverso l’impiego di varie soluzioni, ognuna con tempi e modi diversi.

In questo articolo cercheremo quindi di dare delle indicazioni generali in base alle soluzioni di finanziamento più richieste dai risparmiatori, ricordando comunque ai nostri lettori che si tratta di dati indicativi. Infatti ogni richiesta sarà influenzata da molte variabili e dalla situazione finanziaria del risparmiatore.

Da leggere: Prestiti personali veloci: cosa sono e chi può richiederli

Quali aspetti incidono sui tempi di erogazione di un prestito?

Come dicevamo, oltre alla tipologia di prestito, ci sono anche altri fattori che possono far variare i tempi di erogazione di finanziamento. Tra i primi aspetti valutati dalle banche rientra il grado di affidabilità creditizia del richiedente, intesa proprio come possibilità di restituire l’importo nei tempi e nelle modalità previste. Una variabile decisiva che incide sui tempi di erogazione è la politica interna degli istituti di credito di credito e quindi le procedure adottate per fare i dovuti controlli e le valutazione. Infine anche l’ammontare della somma richiesta dal risparmiatore potrebbe influenzare le tempistiche di erogazione.

Quali sono le soluzioni di finanziamento con tempi di erogazione più rapidi?

Tra le soluzioni di finanziamento che consentono di ottenere la somma richiesta in tempi decisamente ristetti dominano i prestiti online, che stanno riscuotendo grande successo tra i risparmiatori italiani. Oltre che per la loro convenienza e rapidità, i prestiti online sono anche apprezzati per la possibilità di poterli richiedere stando comodamente davanti al proprio pc. Una volta inviata tutta la documentazione, e in caso di esito positivo della valutazione, sarà possibile ricevere direttamente sul conto corrente la somma richiesta, alcune volte anche in meno di 48 ore.

Un'altra formula di finanziamento abbastanza rapida è la rappresentata dai prestiti personali che talvolta permettono di ricevere il denaro anche entro una settimana dalla presentazione della domanda. Un prestito personale è una soluzione molto diffusa e apprezzata per il fatto che non prevede l'obbligo di specificare la finalità d'impiego della somma richiesta. Per queste ragioni può essere erogato subito dopo essersi assicurati che il risparmiatore sarà in grado di restituire la somma senza troppe complicazioni.

La cessione del quinto è un’altra soluzione di forma di finanziamento particolarmente apprezzata dai risparmiatori italiani. Con questa formula è possibile rimborsare la somma richiesta attraverso una rata mensile che non potrà superare il 20% dello stipendio o della pensione. Infatti il grande vantaggio di questa formula deriva delle modalità di rimborso. In questo caso i tempi di erogazione del prestito si dilatano fino a raggiungere 2 o 3 settimane.

Il tempo medio di erogazione dipende anche dalla situazione del richiedente, soprattutto dalla presenza di altri contratti di finanziamento intestati suo nome. Bisogna precisare che questa possibilità di variazione delle tempistiche di erogazione si rileva per ogni categoria di prestito. Quindi prima di sottoscrivere qualunque contratto è sempre bene informarsi per avere una stima affidabile del periodo necessario per avere la disponibilità del denaro.