Le vacanze estive sono finite, le Scuole hanno riaperto e come ogni anno dovremo provvedere a comperare ai nostri bambini e ragazzi tutto il materiale didattico per permettergli di affrontare al meglio anche quest’anno scolastico.

In media una famiglia spende per ogni figlio in età scolare circa 450 euro, arrivando ai 750 euro per dizionari e libri di testo per il liceo e fino a 900 euro se il ragazzo frequenta una scuola a carattere tecnico o scientifico. Tuttavia, non tutte le famiglie italiane possono permettersi di affrontare tutte queste spese scolastiche importanti, soprattutto se il nucleo familiare è costituito da più componenti in età scolare. A questo proposito, devi sapere che è possibile richiedere un contributo pubblico scolastico messo a disposizione dai Comuni e al quale è possibile accedere su base reddituale.

In alternativa, per tutti coloro che hanno un reddito superiore a quello massimo per poter usufruire dei contributi statali, esiste comunque un’altra possibilità. Stiamo parlando del cosiddetto prestito scolastico richiedibile in banca e che permette di ottenere maggiore liquidità così da coprire, totalmente o parzialmente, le spese necessarie per l’acquisto di testi e materiali didattici.

Prestito scolastico: perchè conviene?

Come dicevamo, se non hai diritto ai contributi statali scolastici ma hai comunque bisogno di un aiuto economico per ovviare a tutti i costi relativi all’acquisto del materiale per la scuola del tuo ragazzo, una buona soluzione è quella di richiedere un prestito scolastico.

Nello specifico, si tratta di una forma di finanziamento prevista dalla Legge 448/1998 che rientra nella grande famiglia dei prestiti finalizzati proprio inquanto volto all’acquisto di un bene specifico.

Il prestito scolastico ti offre il vantaggio di essere un microfinanziamento, ovvero ti permette di richiedere anche piccole somme di denaro così da riuscire a ovviare temporaneamente ai problemi di natura economica legati all’acquisto del materiale scolastico.

Proprio perchè si tratta di un prodotto di credito che ha come finalità esclusiva quella scolastica e perchè l’importo richiedibile è di piccola entità, rappresenta un investimento conveniente che viene spesso offerto dagli istituti di credito con tassi d’interesse bassi e in molti casi anche a tasso zero.

DA LEGGERE: Quali sono i migliori prestiti per studenti universitari?

Come si può richiedere un prestito scolastico?

Se quindi stai valutando l’idea di richiedere un prestito scolastico in banca e non hai accesso ai finanziamenti pubblici a fini scolastici, sarai felice di sapere che si tratta di un prodotto creditizio che è particolarmente facile da ottenere.

Dopo aver valutatoe qual’è il prestito scolastico che rispecchia al meglio le esigenze della tua famiglia, richiederlo è un procedimento piuttosto veloce. Molte banche offrono infatti la possibilità di inviare la richiesta di finanziamento direttamente via web, senza quindi doversi recare in filiale.

Una volta presa in carico la tua domanda, la banca procederà a controllare se il tuo profilo è in linea con quello richiesto per l’erogazione del capitale. A questo proposito, ti ricordiamo che proprio perchè si tratta di un piccolo prestito, la banca concede generalmente questa forma di finanziamento piuttosto facilmente.