Quando si parla di prestiti per pensionati, ci si riferisce molto spesso alla cessione del quinto della pensione, uno strumento creditizio molto importante e diffuso che permette di accedere a un finanziamento rimborsandolo con un addebito diretto sulla pensione. In questo caso, però, la rata di rimborso non può essere maggiore di un quinto della pensione ricevuta. Questi prodotti vengono spesso offerti a condizioni agevolate grazie a una convenzione che l'INPS (Istituto Nazionale di Previdenza Sociale) stipula con le banche interessate. Recentemente, questa convenzione è stata rinnovata e sono stati aggiornati i tassi d'interesse applicabili sui prestiti per pensionati di questo tipo.

Prestiti per pensionati: rinnovo della convenzione INPS e aggiornamento dei tassi

Il rinnovo della convenzione è stato reso noto dall'INPS attraverso il messaggio n°1799, con il quale ha comunicato anche delle variazione che sono state apportate ai prestiti per pensionati con cessione del quinto. Infatti, tutte le nuove banche e gli intermediari che aderiranno alla convenzione, dovranno rimborsare 1,61€ per ogni singola rata di ogni prestito. Gli istituti non convenzionati, invece, verseranno all'INPS 7,27€ a rata. Ecco perché, le banche convenzionate possono offrire prestiti per pensionati più vantaggiosi.

Recentemente, sono stati anche aggiornati i tassi d'interesse applicati ai prestiti per pensionati. Infatti, ogni tre mesi la Banca d'Italia aggiorna i tassi soglia, ovvero quel limite che i tassi d'interesse di un prestito non possono superare senza essere considerati usura bancaria. Come dicevamo, per quanto riguarda i prestiti per pensionati i nuovi tassi soglia sono:

  • per pensionati fino a 59 anni di età (calcolata a fine piano di rimborso): 9,06% per prestiti fino a 5.000 euro, 8,58% oltre i 5.000 euro;
  • per pensionati tra i 60 e i 69 anni di età: 10,66% per prestiti fino a 5.000 euro, 10,18% oltre i 5.000 euro;
  • per pensionati tra i 70 e i 79 anni di età: 13,26% fino a 5.000 euro, 12,78% oltre i 5.000 euro.

Se sei interessato a un prestito con cessione del quinto della pensione, ti consigliamo di analizzare bene il mercato creditizio confrontando tutte le offerte delle principali banche, utilizzando il nostro servizio di comparazione prestiti.

DA LEGGERE: I migliori prestiti personali di maggio

Prestiti per pensionati: alcuni esempi

Vediamo alcuni esempi di prestiti per pensionati con cessione del quinto per farci un'idea di quello che offre il mercato creditizio.

Findomestic, per esempio, propone un prestito con cessione del quinto convenzionato INPS con nessuna spesa di apertura pratica, nessuna spese di imposta di bollo e nessuna commissione. Questo permette di offrire condizioni più vantaggiose. Infatti, se richiedi un prestito di 15.000€ da restituire in 120 rate mensili, ti viene proposto un TAN fisso del 7,62% e un TAEG del 7,89%. In questo modo, l'importo totale da rimborsare sarebbe di 21,480€ in rate mensili da 179€.

Anche IBL Banca offre un prestito per pensionati convenzionato con l'INPS. Simulando una richiesta di finanziamento possiamo notare come i tassi di IBL Banca siano particolarmente convenienti. Infatti, richiedendo 10.000€ da rimborsare in 120 mesi, ci offre tassi fissi TAN 4,65% e TAEG 6,90%.

Infine, Quintocè è l'offerta di prestito con cessione del quinto della pensione di Fiditalia. In questo caso, richiedendo 10.000€ da restituire in 60 rate mensili, ci offrono un TAN fisso del 5,90% e un TAEG del 7,65%. L'importo totale dovuto sarà di 11.994€ da rimborsare in rate da 199,90€.