Nuovi finanziamenti in arrivo per le piccole e medie imprese. Sulla Gazzetta Ufficiale del 19 gennaio, è stato pubblicato il Decreto interministeriale del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) relativo alla regolamentazione di finanziamenti da destinare alla ricerca, allo sviluppo e all'innovazione in ambito scientifico. Il provvedimento infatti si rivolge alle piccole e medie aziende che abbiano intenzione di fare una richiesta di finanziamento per fronteggiare investimenti in processi di ricerca, di sviluppo e nell'ambito dell'innovazione scientifica.

Finanziamenti alle imprese, il programma Horizon 2020

L'erogazione di questi finanziamenti che si inseriscono nel programma europeo "Horizon 2020", è resa possibile grazie al Fondo di Garanzia per PMI, principale strumento pubblico a sostegno delle aziende.

Possono accedere a questi finanziamenti dedicati ai processi di ricerca, di sviluppo e di innovazione scientifica, le imprese di qualsiasi dimensione che abbiano sede in Italia.

Horizon 2020, durata e importo dei finanziamenti alle imprese con Horizon 2020

La durata di questi finanziamenti sarà compresa nell'arco temporale che va dai 36 agli 84 mesi. Quanto agli importi, questi si modificano a seconda del tipo di finanziamento che viene erogato. L'ammontare degli investimenti finanziabili in maniera diretta devono essere pari o superiori a quota 15 milioni di euro. Mentre, nei casi di progetti legati a investimenti indirettamente finanziabili, l'ammontare dovrà essere compreso in un range che va dai 500 mila euro ai 25 milioni di euro.

DA LEGGERE: Finanziamenti alle imprese della Regione Liguria

Nel dettaglio questa tipologia di prestito andrà a finanziare progetti che vantino un alto contenuto sia innovativo che tecnologico e che siano volti in particolare all'industrializzazione di un prodotto, di un processo o di un servizio.

Inoltre sono inclusi tutti i progetti di ricerca, i progetti di sviluppo e i progetti di innovazione messi in atto per realizzare nuovi prodotti, nuovi servizi e nuovi processi o anche per apportare una serie di miglioramenti ai servizi, ai processi e ai prodotti già esistenti all'interno dell'azienda. Ad ogni modo la Bei, ossia la Banca europea per gli investimenti, sottoporrà a valutazione ogni singolo business plan con cura per verificare che gli investimenti in cantiere siano in linea con le disposizioni del programma e dispongano di tutti i requisiti validi e coerenti con le politiche interne all' istituto bancario.

Horizon 2020, le valutazioni della Bei sull'erogazione di finanziamenti alle imprese

La Bei infatti valuterà con singolare attenzione e con processi molto accurati tutti i progetti di investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione scientifica che verranno presentati.

Per quanto concerne tutti gli aspetti tecnici e operativi che non sono elencati in maniera esplicita nel provvedimento, si considereranno valide tutte le regole generiche che sono state stabilite nello specifico del Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese.

Qualora i progetti dimostrino di disporre di tutti i requisiti richiesti e qualora si dimostri che questi siano allineati alle politiche finanziarie della Banca europea per gli investimenti, i progetti dovranno anche rispondere a un'altra esigenza. E' infatti necessario che i progetti dispongano di una dimensione finanziaria che sia allineata ai principi dettati dall'istituto di credito in questione.

Nel dettaglio, gli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione scientifica che saranno finanziabili di diritto con il finanziamento diretto della Banca Centrale degli investimenti dovranno disporre di una dimensione finanziaria almeno pari o superiore ai 15 milioni di euro.

Quanto invece agli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione che saranno finanziati con prestiti dipendenti che sono correlati a una tipologia di finanziamento intermediato dalla Banca Centrale Europea, questi dovranno ammontare a una quota compresa tra il valore minimo di 500 mila euro e un valore massimo di 25 milioni di euro.