Prorogato fino al 31 dicembre 2016 dalla Legge di Stabilità il bonus mobili ed elettrodomestici che prevede una detrazione Irpef pari al 50% per coloro che hanno in piano investimenti in grandi elettrodomestici e in mobili da acquistare per l'arredo di immobili sottoposti a ristrutturazione edilizia

La detrazione, che viene calcolata su importi fino a mille euro per immobile, deve essere suddivisa in dieci rate all'anno dello stesso ammontare. Nel caso in cui non si disponesse della liquidità necessaria per l'investimento è possibile effettuare la richiesta di un prestito finalizzato e approfittare del bonus mobili concesso.

L'ottenimento della detrazione è strettamente connesso ad un progetto di recupero di un immobile avvenuto nell'arco temporale che va dal 26 giugno del 2012 fino al 31 dicembre di quest'anno.

Bonus mobili, come ottenerlo

Per ottenere il bonus è necessario procedere al pagamento con bonifico postale o bancario su cui bisogna specificare il codice fiscale del beneficiario, la causale del bonifico, il codice fiscale o la partita iva del soggetto cui è esso è destinato.

DA LEGGERE: Finanziamenti alle imprese in arrivo da Invitalia

Tra gli investimenti che consentono di ricevere il bonus, ci sono sia la manutenzione ordinaria di elementi comuni a un immobile residenziale, sia anche la ristrutturazione, il restauro o il recupero di un immobile realizzati sia su un singolo fabbricato residenziale sia anche su parti comuni dell'edificio.

Consentono inoltre l'accesso alle detrazioni il recupero e la ristrutturazione di un edificio danneggiato da eventuali calamità naturali. O ancora il ripristino di immobili ad opera di società di costruzione a patto che queste ultime procedano alla vendita dell'edificio entro sei mesi dalla chiusura dei lavori.

Bonus mobili per le giovani coppie

Oltre alla novità della proroga, la Legge di Stabilità si muove a favore anche dei più giovani. Sulla scia delle agevolazioni per l'acquisto della prima casa concesse alle giovani coppie, è stato lanciato infatti un bonus mobili dedicato esclusivamente alle giovani coppie che avranno diritto, come per il bonus tradizionale, a una detrazione Irpef pari al 50% fino a 16 mila euro per l'acquisto della prima casa. In questo caso infatti il bonus è strettamente connesso all'acquisto della prima casa e non alla ristrutturazione di un immobile. Per giovani coppie si intende un nucleo composto da due coniugi o conviventi da almeno tre anni, di cui almeno uno non abbia superato i 35 anni.

Per avere diritto alla detrazione, è fondamentale che le spese vengano sostenute nell'arco dell'anno 2016, dal mese in corso fino al prossimo dicembre.

Il bonus per le giovani coppie non è cumulabile con il bonus tradizionale.