Subito operativa Nuova Banca Marche guarda al futuro con ottimismo. La good bank - che a seguito del fallimento di Banca Marche, è il frutto del salvataggio deciso dal Governo a spese dei titolari di obbligazioni dell'istituto - va incontro alle pmi e mette nel piatto 200 milioni di finanziamenti alle imprese. Il programma che fa seguito al pacchetto di prestiti a breve termine per il finanziamento di scorte e fornitori, nello specifico si rivolge alle piccole e medie imprese, alle ditte individuali nonché ai liberi professionisti.

L'iniziativa prevede l'erogazione di prestiti chirografari a medio-lungo termine per spingere gli investimenti aziendali e incitare gli imprenditori – sulla scia della ripresa finanziaria - a cogliere al volo le opportunità di investimento che si presentano. L'importo massimo da richiedere al fine di godere dei vantaggi offerti dal progetto è pari a quota 50 mila euro da restituire con un piano di ammortamento spalmato su 5 anni.

Finanziamenti alle imprese, condizioni economiche vantaggiose

 

I tassi dei finanziamenti alle imprese saranno agevolati e le spese di istruttoria ridotte. Per le imprese che richiedono il finanziamento al fine di dare il via a investimenti di medio lungo termine, si aggiungeranno i benefici legati al super ammortamento previsto dal decreto della nuova Legge di Stabilità 2016 in attesa di approvazione da parte del Parlamento.

DA LEGGERE: Il Fondo di Garanzia per le PMI tende una mano alle imprese

 

Inoltre le condizioni economiche saranno maggiormente vantaggiose nel caso in cui l'azienda, la ditta o il libero professionista beneficiario siano supportati da uno dei 30 Confidi convenzionati, consorzio di garanzia collettiva dei Fidi o dall' intervento del Fondo di Garanzia delle Pmi.

Si dice molto soddisfatto di questo progetto l'amministratore delegato di Nuova Banca Marche Luciano Goffi. L'AD sottolinea che il progetto 'Diamo credito alla ripresa' apre le porte alla pianificazione commerciale del nuovo istituto di credito e aggiunge :"vogliamo recuperare il nostro ruolo di banca di riferimento della Regione Marche". E continua: "il rafforzamento appena completato, ci fortifica da un punto di vista finanziario e ci consente di proporre finanziamenti a tassi vantaggiosi".

Oltre i prestiti alle imprese, tanti progetti

 

La forza di volontà dell'istituto di andare avanti guardando al futuro con ottimismo si riscontra proprio nei tanti progetti in cantiere. Oltre al programma costruito a misura di pmi, infatti Nuova Banca Marche tende una mano anche al privato. Alle famiglie ad esempio è dedicato "Ricetta Casa", un pacchetto di mutui residenziali, già esistente e rinnovato con tante nuove proposte. Per dare il benvenuto ai nuovi clienti privati offerta l'opportunità di prolungare la durate del pacchetto che non a caso prende il nome di "Benvenuto Privati" il quale propone l'apertura di un conto corrente condizioni agevolate.