Prestiti per Pmi per 1 miliardo di euro grazie all'accordo firmato lo scorso 12 novembre a Milano dai rappresentanti di Intesa Sanpaolo e Banca Europea per gli Investimenti (BEI). La collaborazione ha lo scopo di garantire finanziamenti vantaggiosi alle piccole e medie imprese italiane, vero scheletro dell'economia del Bel Paese.

Del plafond complessivo di 1 miliardo di euro a sostegno delle Pmi, 500 milioni di euro verranno messi a disposizione dall'Unione Europea e gli altri 500 direttamente da Intesa Sanpaolo. In particolare, i prestiti saranno gestiti ed erogati da Microcredito Italiano, il polo de gruppo Intesa Sanpaolo dedicato proprio alla finanza d'impresa.

Prestiti per Pmi, a chi è rivolta l'iniziativa?

I finanziamenti agevolati sono pensati per il sostegno alle iniziative delle piccole e medie imprese. Ogni progetto potrà ricevere un contributo fino a 25 milioni di euro e dovrà avere durata massima di 15 anni. Il contributo verrà erogato sotto forma di finanziamenti a medio e lungo termine o leasing. L'iniziativa si rivolge sia ai progetti già in corso e non ancora ultimati, sia a quelli nuovi.

DA LEGGERE: Finanziamenti a fondo perduto per reti di Pmi del settore turismo

Possono accedere ai prestiti agevolati frutto dell'accordo tra BEI e Intesa Sanpaolo le Pmi di tutti i settori produttivi, quindi agricoltura, commercio, artigianato, industria, servizi e turismo. Tra le iniziative finanziabile abbiamo:

· acquisto, costruzione o ristrutturazione di fabbricati destinati all'attività produttiva;

· acquisto di attrezzature, impianti o macchinari;

· spese di ricerca, sviluppo e innovazione;

· necessità di liquidità sempre disponibile per lo svolgimento dell'attività operativa.

Sono quindi esclusi dall'iniziativa gli accordi a scopo di investimento finanziario e immobiliare.

Un'iniziativa a favore della ripresa

Dario Scannapieco, Vicepresidente della Banca Europea per gli Investimenti ha espresso soddisfazione per un accordo che, con ogni probabilità, contribuirà a favorire la timida ripresa dell'economia italiana alla quale stiamo assistendo negli ultimi mesi.

Un'opinione condivisa anche da Carlo Messina, CEO di Intesa Sanpaolo, il quale ha concordato sulla necessità di un impegno concreto per accelerare gli effetti benefici della ripresa e per sostenere le piccole realtà economiche italiane.