Ottobre è da poco finito e si possono fare bilanci di quello che ha significato rispetto allo stesso mese dell'anno precedente: premettiamo che, nei primi 10 mesi del 2015, la domanda dei prestiti personali alle famiglie o di quelli finalizzati ha registrato un'impennata del 7,5% rispetto ai primi 10 mesi del 2014; questa crescita dei prestiti alle famiglie, seppur lontana da quella che si poteva vantare prima della recessione del 2008, è sintomo di un'economia in ripresa e di una voglia di crescita dei consumi da parte dei cittadini.

Nel dettaglio del mese di ottobre appena concluso, si è calcolato che il numero delle richieste di prestiti da parte delle famiglie italiane, ottenute contemplando sia i prestiti personali sia i prestiti finalizzati, ha vissuto un aumento del 6,6% rispetto a ottobre 2014: nel complesso ottobre 2015 rappresenta il 13esimo mese consecutivo con segno positivo per la domanda dei prestiti.

Prestiti alle famiglie: il dettaglio di ottobre

Abbiamo detto che l'aumento dei prestiti considerato a ottobre è il frutto della somma delle richieste di prestiti personalizzati e di prestiti finalizzati: secondo i calcoli dettagliati del Barometro CRIF, anche a ottobre permane la divergenza tra queste due forma di finanziamento, csa che perdura da mesi.

I prestiti finalizzati, quelli destinati all'acquisto di auto, moto, arredo, elettrodomestici e altri beni e hanno fatto segnalare un aumento del +17,8% rispetto al medesimo mese del 2014: questo ha permesso al settore prestiti di ottenere un dato positivo, anche se i prestiti personali hanno fatto segnare -7,2%, emblema della performance decrescente che i prestiti personali stanno avendo negli ultimi mesi.

DA LEGGERE: Bankitalia: migliora l'economia ligure nell'anno in corso

Prestiti alle famiglie: il dato degli importi richiesti

Per quanto riguarda la ripresa dell'economia del nostro Paese, è importante valutare l'ammontare della richiesta dei prestiti: a ottobre, l'aggregato di prestiti personali e di prestiti finalizzati, ha raggiunto il 7805 euro, una cifra significativa rispetto al medesimo periodo 2014 dove si erano registrati 7191 euro.

Se abbiamo detto che il valore del mese di ottobre è "trascinato" dai prestiti finalizzati, vediamo quale è l'ammontare medio di questa tipologia di finanziamento di cui hanno bisogno le famiglie: l'importo medio richiesto è risultato di 4914 euro, mentre i prestiti personali si sono stabilizzati a 12278 euro.

La distribuzione della domanda

Quasi come se fosse una tradizione, le domande di prestito, anche in questo caso, vengono presentate de appartenenti alle classi centrali: quella tra i 35 e i 44 anni e quella tra i 45 e i 54 anni, rispettivamente con il 24,6% e il 25,8% del totale.

Una fiducia nella ripresa e la voglia di tornare a far muovere l'economia del nostro paese, sono i motivi per cui gli italiani decidono di richiedere prestiti e tornare a investire in una Paese in lenta ripresa da un paio di anni...