Multipremia è una tipologia di prestito personale che abbassa la rata del rimborso per premiare la puntualità del richiedente. La regolarità nei pagamenti delle rate infatti rende il prestito sempre più conveniente con tassi che si riducono in proporzione alla puntualità del soggetto nel rimborsare il prestito.

Multipremia, i dettagli del prestito personale di Fiditalia

L'importo erogato con il prestito personale di Fiditalia, va da un minimo di 3.000 euro a un massimo di 30.000 euro rimborsabili in un arco temporale compreso tra i 36 e gli 84 mesi. Il Tan fisso iniziale non supera il 10,40% e cala fino al 4,95% nel caso in cui i pagamenti da parte del beneficiario vengano effettuati con puntalità. Il Taeg massimo non oltrepassa la soglia del 15,77%.

DA LEGGERE: I prestiti spingono al rialzo il credito al consumo

Il prestito personale di Fiditalia richiede il sostenimento di una serie di costi tra cui spese di istruttoria il cui ammontare si modifica sulla base del prestito richiesto senza superare la quota massima di 300 euro; il contributo per l'incasso della rata, pari a 3 euro; un'imposta di bollo

dovuta per la stipula del contratto pari a 16 euro e infine una serie di costi dovute per l'invio del rendiconto finanziario che prevedono il pagamento di 1,20 euro per ogni invio o di 2 euro nel caso in cui i saldi superino la soglia dei 77 euro.

Multipremia, come funziona: un esempio pratico

Nello specifico, se ad esempio il richiedente riceve un prestito pari a 12.000 euro da restituire in 72 mesi con rata mensile a quota 220,52 euro, spese di istruttorie pari a 100 euro, Tan fisso iniziale a 9,40% e Taeg iniziale a quota 10,79%, l'importo totale dovuto ammonterà a 16,128 euro. Nel momento in cui il richiedente rimborsasse le 72 rate regolarmente l'importo dovuto calerebbe a quota 15.573 euro con un risparmio di oltre 500 euro. Questo perchè l'importo della rata mensile, il Taeg e il Tan fisso restano invariati soltanto dalla prima alla ventiquattresima rata e iniziano a scendere dal pagamento della venticinquesima rata in poi. Da questo momento fino alla quarantottesima rata l'importo dovuto si ridurrebbe a quota 211,31 euro, e contestualmente anche il Taeg e il Tan che calerebbero rispettivamente al 9,78% e al 7,18%. Dalla quarantanovesima rata fino al termine del piano di ammortamento inoltre si assisterebbe ad un ulteriore calo degli importi dovuti con la rata mensile a quota 206 euro, il Tan al 4,95% e il Taeg al 9,54%.