Se analizziamo il trend delle imprese italiane rapportandolo allo sviluppo economico del paese, non è difficile arrivare alla conclusione che le imprese più "quotate" e che godono di maggiore appeal sul mercato italiano, sono quelle che esportano il made in italy all'estero con attività di internazionalizzazione finalizzate alla crescita del proprio brand o all'espansione dei propri orizzonti d'affari.
Certo è che se una piccola o media impresa volesse intraprendere quest'azione che tendenzialmente è propria dei grandi colossi affermati, l'unica soluzione che potrebbe intraprendere per avere la liquidità necessaria, sarebbe valutare le diverse opzioni di finanziamento bancario ad hoc: tra le tante oggi ci occuperemo di Sella Made in Italy, l'offerta di Banca Sella.

Chi è Banca Sella?

Banca Sella è un istituto di credito privato che fa parte del Gruppo Banca Sella: si presenta come banca online per eccellenza, e tra i prodotti su cui punta ci sono i prestiti per i nuovi clienti e per gli studenti, a conferma del fatto che l'ideazione della app e la disponibilità di servizi online, vogliano conquistare un pubblico più giovane e più smart.

Sella Made in Italy: la soluzione per le imprese italiane

Veniamo adesso a Sella Made in Italy, la soluzione pensata per le imprese italiane che vogliono intraprendere processi di internazionalizzazione: è un prestito rivolto alle piccole e medie imprese operanti nei settori di industria, commercio, servizi, artigianato e turismo, che devono sostenere spese per attività all'estero.
Come riportato dalla scheda prodotto della banca, le attività contemplate sono:

  • partecipazione a fiere;

  • ricerche di mercato;

  • depliant;

  • cataloghi;

  • strumenti commerciali in lingua estera;

  • corsi di formazione d'internazionalizzazione;

  • eventi e sfilate;

  • altre spese accessorie collegate a queste tipologie di progetti.

DA LEGGERE: Tassi di interesse: le banche tengono vive le start up

I dettagli di Sella Made in Italy, la soluzione per le imprese italiane

Precisiamo che quello che fin'ora abbiamo chiamato prestito è in realtà un mutuo chirografario, ma i consumatori sanno che il mutuo chirografario può essere accostato ad una sorta di prestito personale che non necessita di particolari garanzie, ma alla sottoscrizione di un debito con firma.
Le caratteristiche di questo finanziamento sono:

  • importo massimo pari a 100mila euro,con durata massima di 24 mesi;

  • rimborso con rate mensili, bimestrali o trimestrali;

  • eventuali riduzioni dei tassi e quindi dell'importo della rata;

Per effettuare la domanda bisogna inoltrare la richiesta alla banca allegando i preventivi e/o le fatture (anche già pagate) purché aventi data non anteriore ai 6 mesi dalla richiesta.