Valutare le offerte dei prestiti, analizzando con attenzione le condizioni e i costi proposti da ogni istituto di credito è il modo migliore per scegliere un buon finanziamento. Il mercato creditizio offre un vasto numero di soluzioni, in grado di soddisfare la maggior parte delle esigenze dei risparmiatori, comprese le situazioni più critiche e delicate, come ad esempio la mancanza di un lavoro stabile e quindi di una fonte di reddito costante e affidabile.

Se quindi siete alle ricerca di una liquidità extra vi consigliamo di procedere con calma e non compiere scelte affrettate. Oltre alle soluzioni del mercato tradizionale vi consigliamo di considerare anche le soluzioni del web, dove potrete trovare dei prestiti online convenienti e anche più vicini alle vostre esigenze. Ma vediamo adesso quali sono le soluzioni di finanziamento per coloro che non hanno un'occupazione stabile.

Da leggere: Piccoli prestiti: una soluzione rapida e sicura

Prestiti senza busta paga: cosa sono?

I prestiti senza busta paga solo delle particolari soluzioni di finanziamento pensate per coloro che non hanno un lavoro fisso e quindi un'entrata costante. Trattandosi di profili di utenti particolarmente critici, la maggior parte delle banche ed istituti di crediti concedono solo degli importi contenuti, che in genere non superano i 5.000 euro. La mancanza di una fonte di reddito è però compensata dalla richiesta di particolari garanzie, che potranno variare a seconda dell'istituto di credito prescelto.

Ecco l'offerta di Poste Italiane

Proprio per accontentare e soddisfare le esigenze dei propri clienti, Poste Italiane ha deciso di inserire nel suo piano di offerta i prestiti senza busta paga. Infatti, con il generale clima di precarietà che coinvolge soprattutto il mondo del lavoro, i prestiti senza busta paga sono ormai diventati una soluzione molto richiesta e quindi valutata da un numero crescente di risparmiatori. Ma vediamo quali sono le caratteristiche e le condizioni richieste.

La soluzione di Poste Italiane per i lavoratori atipici, senza busta paga e con una fonte di reddito dimostrabile si chiama SpecialCash Postepay. Grazie a questo strumento i cittadini italiani e stranieri, senza un reddito fisso potranno ottenere la liquidità necessaria senza dover fornire alcun tipo di garanzia. Per richiedere il prestito SpecialCash occore possedere determinati requisiti, come:

· una carta Postepay necessarie per l'accreditato del prestito;

· la carta d'identità;

· la tessera sanitaria;

· certificato di reddito, passaporto e permesso di soggiorno in corso di validità se il richiedente non è cittadino italiano

· un'età compresatra i 18 e 70 anni;

Per i lavoratori in possesso di un contratto di lavoro determinato o stagionale, sarà possibile inserire nella documentazione il Modello Cud, che in questo caso sostituirà la mancanza di una busta paga. Anche in questo caso l'istituto di credito potrà effettuare le dovute valutazioni della situazione reddituale del richiedente e potrà stabilire un periodo di rimborso corrispondente alle durata del suo contratto di lavoro.