I prestiti arredamento sono delle particolari soluzioni di finanziamento rivolte a tutti coloro che desiderano rinnovare l'arredamento della propria abitazione o del proprio ufficio. Considerati parte integrante dell'offerta dei prestiti personali, i prestiti arredamento consentono di ottenere la liquidità necessaria da impiegare per l'acquisto di nuovi mobili e complementi di arredamento, con il grande vantaggio di poter restituire l'importo ottenuto in comode rate mensile.

I prestiti arredamento fanno ormai parte dell'offerta di molte banche e istituti di credito, che offrono questa soluzione a condizioni e costi differenti. Anche in questo caso la scelta della soluzione più conveniente richiederà il confronto tra le diverse offerte del mercato, che dovrebbero comprendere anche la valutazione dei prestiti online, considerati da molti risparmiatori più convenienti e quindi comodi da gestire.

Da leggere: Prestiti finalizzati in aumento. Ma quali sono i vantaggi?

Prestiti arredamento: ecco la situazione in Italia

I prestiti arredamento fanno parte di quelle soluzioni più sviluppate e apprezzate dai risparmiatori italiani. Rinnovare il vecchio salotto, o l'intero arredamento della propria abitazione, rappresenta infatti uno dei desideri più diffusi tra gli italiani, collocandosi subito dopo l'acquisto di un'auto, nuova o usata, e i lavori di ristrutturazione per la propria casa.

Importi e durata dei finanziamenti

Anche in questo caso gli importi delle richieste sono contenuti e seguono il trend generale, ovvero quello della "prudenza", che sembra prediligere importi contenuti e finanziamenti dalla durata limitata. Per arredare casa gli italiani chiedono dai 2.500 fino ai 5.000 euro, anche se non mancano casi di importi superiori che tuttavia non superano quasi mai 10.000 euro. Anche merito alla durata, emerge una preferenza per i finanziamenti e breve termine e non superiori ai 5 anni.

Distribuzione geografica e profilo dei richiedenti

Un aspetto interessante riguarda la distribuzione geografica delle richieste, che registrano una maggiore concentrazione nelle Regioni dell'Italia del Nord, una ragione probabilmente da rintracciare nella maggiore stabilità economica/lavorativa. Il target che richiedere questi finanziamenti è nella maggior parte giovane e non supera in genere i 40 anni, periodo in cui ci si concentra nell'acquisto di una nuova abitazione.